Educazione e dipendenti

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Dipendenti maleducati, ecco come gestirli al meglio.

I dipendenti sono tutti diversi questo perché dipende dal carattere, dal tipo di ruolo e da moltissimi altri elementi, ciò che non dovrebbe mai mancare è sicuramente l’educazione.

Attenzione alle minacce verbali

Le principale richieste sul lavoro sono la produttività e la motivazione, questo perché spesso le diversità caratteriali non sono un grande problema per i datori di lavoro, l’importante è lavorare. Anche se questo tipo di pensiero si modifica se si trova davanti un dipendente maggiormenti problematico e nello specifico maleducato. Questo perché il dipendente maleducato non è un problema solo per il datore di lavoro, ma è un elemento che può portare problemi all’interno del team, può abbassare la produttività ed inoltre può creare malumori tra i colleghi. Per gestire al meglio questo tipo di dipendenti si deve per prima cosa documentare con precisione tutti i comportamenti errati del dipendente in questione, con precisione si intende inserire date, descrizione dell’incidente e inserire tutte le testimonianze di chi ha vissuto l’accaduto.

L’email scortese

Successivamente si deve valutare quanto sia stata alta l’aggressività, per quali motivi si è scaturita una determinata reazione ed inoltre a chi è stata diretta. Inoltre chiedere aiuto al dipartimento delle risorse umane, questo perché avranno tutti gli aiuti e le procedure riguardanti il comportamento dei dipendenti o problemi di produttività. I piani disciplinari posso essere vari tra cui discussione verbale e ammonizione, ammonizione scritta oppure il licenziamento.

Il galateo sul lavoro

Nel primo caso fare presentare al dipendente i comportamenti sbagliati sul luogo di lavoro. Il secondo caso avviene quando il dipendente ripete per più volte i comportamenti sbagliati, per questo è utile richiamare la sua attenzione con una lettera di ammonimento. Ed infine il licenziamento che avviene dopo 3 ammonimenti. Per evitare qualsiasi problema è correttore consultare il direttore delle risorse umane o il diretto supervisore prima di effettuare il licenziamento.

I Video di PMI

Guida alle ferie aziendali