Lavoro: aumentano i posti vacanti

di Teresa Barone

scritto il

Cresce il numero delle posizioni aperte che le aziende non riescono a riempire.

Il tasso di posti di lavoro vacanti nel terzo trimestre del 2017 ammonta all’1%, almeno per quanto riguarda le aziende dell’industria e dei servizi.

=> Mercato del lavoro e assunzioni: tutte le news

Lo comunica l’Istat sottolineando un amento rispetto ai tre mesi precedenti prendendo in considerazione le posizioni non coperte sulla base delle ricerche di personale iniziate ma non portate a termine.  In pratica, le ricerche di talenti qualificati che le aziende faticano a reperire essendo disposte a investire risorse supplementari per reperirli.

Dello stesso avviso è Confindustria, che in occasione della XXIV Giornata nazionale Orientagiovani ha lanciato l’allarme sul gap tra le competenze maturate durante il percorso di studi e le necessità delle aziende, tanto che il 40% della disoccupazione giovanile è causata proprio dalle scelte scolastiche affrettate e non in linea con le richieste del mercato del lavoro.

Tra le professioni introvabili compaiono diversi ruoli in ambito tecnico-scientifico (39%) seguite dai lavori che riguardano il ramo dei servizi (21%).