Le nuove distrazioni

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Distrazioni non solo social network, ecco le nuove mode.

Il mondo cambia e questo tratta ogni ambiente che sia la sfera privata o lavorativa, in tutto questo non sono da meno neanche le abitudini.

Distrazioni killer

I social network per molti anni sono stati il problema principale sul lavoro, il dipendente durante tutto l’orario di lavoro chatta, visualizza i post di amici, posta foto o post. Ma i social ovviamente non sono l’unico problema, il web ha la capacità di arrivare ovunque e di dare la possibilità di fare attività continue, si parte dalla comunicazione e si arriva sino agli acquisti di servizi o prodotti. Tutto questo ovviamente abbassa drasticamente la concentrazione ma soprattutto la distrazione è continua e fatta in momenti non adeguati, infatti passare dalle attività lavorativa allo shopping online danneggia se stessi e il lavoro. Ma il problema purtroppo non si ferma qui, altre azioni rischiano non solo di distrarre pochi minuti, come un post su facebook, ma di annullare del tutto l’attenzione sul proprio lavoro. Ma di cosa si parla? le nuove distrazioni trattano dei veri e propri siti dove vedere film e serietv, molto diffuse fuori dal lavoro e dentro il lavoro. Fuori il lavoro è il modo giusto per prendersi il proprio momento di relax, dentro il lavoro significa annullare l’attenzione sul lavoro e dedicarsi al film/telefilm. Per le aziende il problema è molto complesso e dannosa, ma di certo anche per il dipendente non è un bene, sia per quanto riguarda la salute e sia per quanto riguarda la carriera. Il lavoro per essere terminato al meglio deve essere svolto con attenzione e concentrazione, le pause devono essere collocate nel momento giusto per renderle davvero utili al proprio benessere i film, le email ma anche i social network meglio spostarle alla pausa pranzo.

Fonte: Shutterstock