Condominio: ripresa assemblee

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

O.P. chiede

Gli amministratori di condominio quando e come potranno tenere di nuovo le assemblee nei condomini? È possibile tenerle in video? Potrebbero essere invalidate?

Barbara Weisz risponde

Direi di sì, nel rispetto delle norme di sicurezza relative alle riunioni. Il decreto 33/2020, che sostanzialmente regolamenta la fase 2 post lockdown Coronavirus,  prevede che si possano svolgere riunioni nel rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro. Non è una norma che riguarda in particolare le assemblee condominiali, ma che mi pare si possa applicare a tutte le tipologie di riunioni.

Il riferimento preciso è il comma 10 dell’articolo 1 del dl 33/2020. Bisogna anche rispettare, come prevedono i commi 8 e 14 dello stesso provvedimento, tutte le altre regole di sicurezza previste per le riunioni o i convegni. Quindi, norme regionali e indicazioni protocolli Governo parti sociali per al ripresa delle attività.

Un utile riferimento è rappresentato da un documento di Confedilizia che contiene le linee guida per lo svolgimento delle assemblee condominiali. Fra le altre indicazioni: individuazione di un locale idoneo a contenere un numero di sedie che consentano il distanziamento sociale di almeno un metro, igienizzanti per le mani, obbligo di mascherine per i partecipanti, guanti per maneggiare eventuali documenti, adeguata informativa ai partecipanti sulle regole.

Possiamo aggiungere che, analogamente a quanto avviene per le riunioni aziendali, il numero di partecipanti dev’essere il più possibile limitato. Quindi, un solo rappresentante per ogni proprietà, utilizzo delle deleghe.