Brand: Fiat e Telecom nella top 50 d’Europa

di Barbara Weisz

scritto il

Solo due italiane nella classifica di Eurobrand dei 50 maggiori marchi europei, dominata da LVMH. Nella graduatoria global, vince Apple.

Fra i 50 marchi europei di maggior valore restano solo due aziende italiane, Fiat e Telecom. Escono invece Generali e Unicredit dalla classifica che era e resta dominata dal colosso del lusso francese, LVMH. Sono i risultati della graduatoria di Eurobrand, che vede emergere quattro settori fondamentali in Europa: beni di consumo, servizi finanziari, telecomunicazioni e retail. Ma se questi sono i più rappresentati, il segmento che vanta la maggior crescita rispetto all’anno scorso è quello dei beni di lusso.

Eppure, in graduatoria non c’è nessuna griffe del Made in Italy, che invece era rappresentato da tre aziende del lusso, come Gucci, Armani e Ferrari, in un’analoga classifica recentemente pubblicata, quella di Interbrand sui 100 maggiori marchi del pianeta. Anche Eurobrand ha compilato una graduatoria dedicata ai 100 top brand internazionali, e in questo caso Lvmh scende al 15esimo posto, mentre la numero uno è Apple, seguita da Coca-Cola (che invece dominava la classifica di Interbrand). In terza posizione, Microsoft.

Ma torniamo all’Europa: il marchio della holding del lusso d’oltralpe è valutato 31,6 milioni di euro. Sul podio anche Vodafone, 28,5 mln, e AB Inbev, gruppo belga delle bevande, 25,4 mln. La top ten proegue con Nestlè, Unilever, Telefonica, Daimler, Deutsche Telekom, Basf e Sab Miller.

Quanto ai marchi italiani, non solo si sono dimezzati rispetto allo scorso anno, ma i due che sono restati in classifica hanno anche perso posizioni: Fiat è 38esima, e scende quindi di 12 gradini rispetto al 26esimo posto del 2010, mentre Telecom scende dal 30esimo al 49esimo posto. Il brand Fiat è valutato 10,1 milioni di euro, con un porgresso in termini di valore del marchio pari al 2,3%, mentre Telecom è a quota 9 mln, +3,5%.

Gerhard Hrebicek, direttore dell’European Brand Institute, sottolinea che in generale «i marchi forti crescono a un ritmo più elevato rispetto alla media». Il valore del brand delle prime dieci società in classifica in Europa è aumentato dell’11,6%. Sempre nella top10, il maggior incremento è segnato da Nestlè, +29,9%, seguito da Basf, +17,6%, e Daimler, +15,4%.

Il manager fa anche notare che, a livello globale, l’Europa è leader nei beni di consumo mentre l’America domina nei settori tecnologici. L’Asia occupa una posizione di rilievo nei servizi finanziari.

I Video di PMI