Renault licenzierà 7500 dipendenti

di Floriana Giambarresi

scritto il

Renault ha annunciato tagli al personale francese per 7500 unità, manovra che permetterà un risparmio di 400 milioni di euro annui.

 

Renault punta a tagliare 7500 posti di lavoro entro il 2016, ovvero una cifra pari al 15% dell’intero organico. Lo ha annunciato la casa della losanga: si tratta di una mossa necessaria a far fronte alla grave crisi che sta attraversando l’industria automobilistica europea nel suo complesso.

=>LEGGI gli approfondimenti sulla crisi

In particolare, 5.700 tagli arriveranno dal mancato turn over e 1.700, invece, dai prepensionamenti per chi ha oltre 58 anni di età.

Il gruppo francese ritiene che la riduzione dell’organico le consentirà di risparmiare 400 milioni di euro e che, oltre a ciò, le permetterà di “ritrovare margini di manovra per investire e sviluppare le proprie attività“. Insomma questo denaro risparmiato farà sì che Renault possa procedere con mosse strategiche utili a espandere le proprie attività europee.

Renault intende anche ricorrere a prepensionamenti per scongiurare altri possibili licenziamenti e ha chiesto anche la collaborazione dei sindacati per evitare la chiusura di siti. In precedenza aveva anche chiesto di aumentare l’orario del lavoro del 6,5%, cosa che le avrebbe consentito di aumentare la propria redditività di 65 milioni di euro.

Il gruppo transalpino ha precisato infine che si impegna a salvaguardare tutti gli stabilimenti produttivi in Francia.

=> LEGGI come Renault sta spingendo sul fotovoltaico