Alan Mulally non sarà il nuovo CEO di Microsoft

di Floriana Giambarresi

scritto il

Alan Mulally smentisce le voci che lo vorrebbero alla guida di Microsoft: resterà il massimo dirigente di Ford.

Numerose voci vorrebbero Alan Mulally come il favorito per il ruolo di nuovo CEO Microsoft, eppure non sarà così: il massimo dirigente di Ford ha infatti rilasciato una dichiarazione per smentire le indiscrezioni, così prosegue in Redmond la ricerca per l’amministrazione delegato che prenderà il posto del dimissionario Steve Ballmer.

«Vorrei che la facessero finita con queste voci su Microsoft, poiché non ho intenzione di fare altro che guidare Ford», ha infatti specificato Mulally. Il gigante statunitense dovrà dunque continuare ancora a cercare nonostante avesse in precedenza affermato che il nuovo CEO sarebbe arrivato entro lo scorso Natale, invece continuerà a valutare i candidati anche nel 2014.

Gli altri candidati a prendere il posto di Steve Ballmer sono vari. Uno è Stephen Elop, che nello scorso novembre aveva scosso l’industria dichiarando di volersi eventualmente sbarazzare delle divisioni Bing e Xbox e di portare la suite Office su altri dispositivi, iPad (di Apple) compreso. Si parla poi di Tony Bates, responsabile della divisione Skype di Microsoft, Satya Nadella, l’attuale vice presidente della divisione Cloud ed Enterprise, e di Kevin Turner che è oggi il direttore operativo del gruppo.

Accantonato Mulally, dunque, i candidati non restano ormai molti, tranne per qualche eventuale colpo di scena per cui Microsoft potrebbe spiazzare tutti.

=> Leggi come Steve Ballmer sta rivoluzionando Microsoft