Le risposte per la vittoria

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Il colloquio traguardo da raggiungere e poi da superare, qualche piccola regola per superarlo al meglio.

Il colloquio è un appuntamento diventato raro nei tempi di crisi, per questo motivo è importante sfruttare al meglio l’opportunità quando si presenta. Analizziamo alcune delle domande più decisive nella durata dei colloqui. Da ricordare che le domande più generiche servono a capire molti lati del futuro dipendente, per valutare ad esempio la capacità di analisi, la sincerità e l’ambizione.

=> Manager: come affrontare un colloquio di lavoro 

La domanda principale è “Mi parli brevemente di sé.”, apparentemente la più facile, ma realmente non lo è. L’errore più frequente è quello di parlare della propria vita privata e di tutto quello che si vive al di fuori la vita professionale. Di questa domanda bisogna cogliere ciò che realmente interessi a chi la porre, la regola da seguire sempre è quella di essere precisi e concisi, senza dilungarsi troppo sulla propria privacy. Spiegando in modo incisivo le proprie esperienze e i propri risultati, questo per mettere in chiaro le proprie capacità.

Ma anche la sincerità è importante sopratutto quando si risponde a “Qual è il suo principale punto debole?”, bisogna ricordarsi di essere equilibrati e di non essere troppo eccessivi, elencandone un numero troppo elevato. Parlando quindi nel giusto dei propri punti debboli, ma aggiungendo anche le proprie capacità a risolvere i problemi

Successivamente troviamo una domanda inevitabile, “Perché vorrebbe lavorare per la nostra società?”. Rispondere è più facile di quanto sembra basta fare delle piccole accortezze, nonché mai rispondere di essere attratti dallo stipendio e dai benefit offerti. Ma mostrare di conoscere al meglio le aeree di attività delle imprese e le sue strategie di mercato. Inoltre quando si parla di cosa ci si aspetta di essere fra qualche anno, la risposta dovrà essere equilibrata il più possibile, cercando di apparire ambiziosi, ma allo stesso tempo realistici. 

=> Colloqui: come conoscere il candidato 

Infine la domanda che viene posta a chi attualmente ha già un lavoro, è una delle chiavi per il successo del colloquio. “Perché desidera lasciare la società per la quale sta attualmente lavorando?”. Questa domanda viene fatta per capire perché una persona se ne vuole andare da un’impresa, per valutare gli eventuali rischi di vedersi lasciato dopo solo qualche mese. I consigli per una risposta vincente sono quelli di sottolineare l’importanza di cogliere una grande opportunità.