Mi dimetto con preavviso

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Dimissioni senza preavviso, ecco le conseguenze

Molto spesso il lavoro che si fa non è quello dei propri sogni, per questo motivo e per moltissime altre motivazioni, capita di voler lasciare il lavoro dando le dimissioni

=> Novità per le dimissioni 

Ma di certo non è facile come a dirsi, bisogna conoscere tutte le regole necessarie per dare le dimissioni nel modo corretto.

In primis bisogna tenere da conto le tempistiche che occorrono per avvisare il capo della propria scelta, questo elemento è molto importante, dato che in caso di errore ci sono delle conseguenze anche nello stipendio.

I giorni di preavviso che servono, dipendono dalla tipologia di contratto, dal livello di inquadramento, dell’anzianità di servizio, e della qualifica.

Dopo di che si deve preparare un comunicato per iscritto con la lettera di dimissioni, che deve essere consegnato in duplice copia. 

Infine bisogna precisare che in caso di mancato preavviso, il datore di lavoro può richiedere un’indennità di mancato preavviso, tale indennità è pari all’importo della distribuzione che sarebbe spettata per il periodo di preavviso non lavorato.