Sempre gli stessi errori

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Il lavoro luogo ricco di errori, ecco quali sono i più comuni.

Il lavoro, quell’incontro giornaliero che riempie buona parte della vita di una persona. Il lavoratore deve incastrare il proprio tempo sul lavoro, tra impegni, comunicazione e scontri. Perché il lavoro spesso si rivela più difficile e complesso di ciò che si pensa e si spera.

=> Gli errori sul lavoro 

Ma in tutto ciò però si compiono anche delle abitudine sbagliate, o più semplicemente si compiono dei veri e propri errori di routine. Tutto ciò influenza la produttività e il benessere del lavoratore. Errori comuni che vengono compiuti in alcuni casi, anche con consapevolezza, più precisamente in alcuni casi vengono compiuti volontariamente, senza rendersi conto delle conseguenze che questi sbagli fanno nascere.  Altri errori nascono dalla voglia di spiccare come migliori, non capendo di percorrere la strada sbagliata. Per capire meglio, ecco gli errori più comuni dei lavoratori.

Al primo posto si trova sicuramente il ritardo, spesso svegliarsi all’ora adeguata, con il giusto anticipo necessario per arrivare in orario è quasi un sogno lontano. Ma prima di decidere di essere sempre in ritardo è importante ricordare che i capi apprezzano le persone puntuali. Inoltre dopo la sveglia è importante dedicare del tempo a sé stessi, ma purtroppo non sempre è così, l’errore principale appena si aprono gli occhi è quello di leggere l’email, abitudine che influisce negativamente sulla produttività.

=> Le regole della produttività in ufficio 

Ma naturalmente gli errori sono presenti anche sul vero e proprio posto di lavoro, ed il multitasking è solo uno di questi. Il multitasking è un abitudine molto diffusa, si pensa infatti che occuparsi di più cose contemporaneamente aiuti a gestire meglio il tempo. Ma la realtà è del tutto diversa, il multitasking fa perdere tempo e rischia anche di far aumentare stress e stanchezza. Dopo di che si trova l’errore di non possedere una propria agenda, necessaria ad esempio per stilare la lista degli impegni. Infine non avere tempo per una vacanza o per un hobby. Le giuste pause sul lavoro e di conseguenza il riposo è essenziale per ricaricare le energie necessarie.