Una squadra per il successo

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Un team unito e produttivo, ecco cosa fa la differenza.

La produttività e la buona riuscita di un progetto, spesso non dipendeno da un solo lavoratore, ma da un gruppo. Sul lavoro però, sopratutto quando si lavora in team, può rivelarsi difficile costruire un gruppo, produttivo, affiatato e collaborativo. Tutti elementi essenziali, per creare sia un ambiente di lavoro adeguato e sia una forza di lavoro reale.

=> Costruire una squadra di successo 

Non basta creare un gruppo omogeneo, che compie il minimo indispensabile, non sarebbe sufficiente per raggiungere il successo negli obiettivi prefissati, sopratutto a lungo termine. Per seguire un team ci vuole in primis professionalità, che non significa però ostentare il proprio potere, ma al contrario saper valorizzare le proprie capacità e conoscenze, mettendole così a disposizione degli altri lavoratori. Per portare una squadra verso il successo, si deve avere una conoscenza del proprio business, questo è essenziale per identificare chiaramente ed emotivamente i propri obiettivi, così facendo si riesce ad identificare da subito le persone giuste. Ogni business necessita della costruzione di una specifica squadra, elemento già essenziale per iniziare con le persone giuste.

=> Gestione del team 

Dopo aver superato la parte più difficile, si può pensare di dedicare il proprio tempo alla parte più facile, se così può essere definita, in quanto creare, avviare e seguire un team è un percorso lungo e molto faticoso. Seguire un team ha bisogno di forti punti di riferimento, elementi che hanno la capacità di motivare e di organizzare. Infine, e sicuramente non per importanza, un buon team deve essere guidato da una persona pacata, calma e comunicativa. Si intuisce dagli elementi sopra elencati quanto può essere difficile seguire un team, in quanto servono elementi anche caratteriali contrastanti. Per questo spesso in questo processo anche chi guida un team è seguito da un altro professionista.