Tempo e obiettivi

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Organizzare il tempo, ecco come.

Tra le problematiche più frequenti nel mondo del lavoro si trova la difficoltà del raggiungimento degli obiettivi prefissati nei tempi assegnati.

=> Il tempo prezioso per un manager

Spesso si arriva al termine della giornata con la metà del lavoro non completato, questo porta dei ritardi notevoli nel mondo del lavoro.  L’errore più comune che viene commesso per quanto riguarda la gestione del tempo e dei compiti da completare è quello di cadere nella trappola del multitasking, questo perché ci si illude che compiere più azioni in contemporanea faccia completare il minor tempo gli obiettivi. Nella realtà il multitasking porta tutto il contrario, nonché perdita di tempo e ritardi nella complicazione di obiettivi e lavori. Nel caso in cui si riesca a completare un lavoro la maggior parte delle volte si termina male e grossolanamente.

=> Gestione del tempo: stop agli sprechi 

Le tecniche realmente produttive sono molto più semplici, alcuni elementi possono sicuramente limitare la libertà e la spensieratezza. In quanto tra le prime regole si trova la necessità assoluta di allontanare qualsiasi tipo di distrazione, che sia la pausa caffè, il parlare al telefono, inviare i messaggi, guardare le e-mail o utilizzare i social network. Le pause devono essere presenti ma nei tempi e nei momenti giusti. Per usare al meglio il tempo è importante stilare una lista, nel quale si stabilisce sia i compiti da completare e sia in quali tempi, ricordando di inserire i lavori più complessi all’inizio della propria lista, questo serve per compiere nelle prime ore della giornata i lavori più difficili, questo perché si ha una maggiore energia e produttività.