Contro internet

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Internet: distrazione numero uno dei lavoratori.

Il tempo che si passa sul lavoro è essenziale ed utile per concludere un progetto, si pensa o almeno si spera che un lavoratore si applici realmente al lavoro, invece che alle proprie faccende private durante la giornata lavorativa.

=> I trucchi per evitare distrazioni sul lavoro 

Purtroppo spesso però la realtà è tutto il contrario, sono moltissimi i dipendenti che dedicano le proprie ore lavorative ad azioni non inerenti al lavoro. Faccende spesso private che vanno a diminuire il tempo del lavoro, la concentrazione e di conseguenza la produttività. Negli anni passati le chiamate erano la distrazione più utilizzata dai lavoratori, ad oggi Internet è il mezzo più utilizzato per occuparsi di attività private.

=> Il social network sono un problema? 

La limitazione per la connessione Internet sembra non essere un mezzo infallibile, molti lavoratori infatti tramite i propri dispositivi elettronici occupano comunque moltissimo tempo su internet, non per motivi lavorativi. Le attività svolte su Internet sono varie, chat, giochi e social. Al contrario le limitazioni vengono viste come una motivazione per prolungare il periodo di distrazione invece di diminuirlo. Tutto ciò non danneggia solo il lavoro ma anche il lavoratore, questo perché aumentano lo stress e la stanchezza.

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!