Fallimento di un progetto

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Il fallimento di un progetto diventa spesso una fine comune, ecco quali sono le maggiori motivazioni.

Il fallimento è un traguardo che nessun lavoratore vorrebbe intraprendere, sia se si parla di un progetto piccolo e sia e sopratutto se si parla di un progetto più ampio, capita però davanti ad insicurezze e mancanze di fallire.

=> La gestione del progetto

Affrontare un fallimento può essere complesso, stessa cosa vale nel caso in cui è necessario recuperare l’insuccesso, per questo spesso sarebbe necessario prevenire portando maggiore attenzione al proprio lavoro. Il fallimento di un progetto non è prettamente collegata al termine del lavoro, ma può coinvolgere una parte qualunque di progetto, per questi motivi è fondamentale avere una perfetta gestione di tutto il ciclo di vita di un progetto o di un prodotto. Il fallimento di un progetto comprende il punto nel quale non si soddisfano le aspettative che si avevano o che erano prefissate per un determinato lavoro.

=> Da idea a prodotto: pianificare il fallimento 

I progetti vengono seguiti, ovviamente, da figure professionali competenti, ma ciò non significa essere protetti da errori o fallimenti, spesso al contrario il problema sta propria nella cattiva gestione ad esempio del Project Management. Il fallimento è un problema che colpisce diverse sfere lavorative, non si parla soltanto di una perdita di tempo, ma al contrario comprende la sfera economica, motivazionale, lo stress individuale ed organizzativo ed anche la reputazione. Le mancanze possono essere presenti anche in ambiti lavorativi perfetti, ma lo sviluppo di un progetto è un processo delicato e molto spesso può finire in qualsiasi caso con un fallimento.

Per capire da cosa difendersi durante la nascita e lo sviluppo di un progetto, è importante conoscere le maggiori cause di fallimento. La mancanza di una struttura di governance, più precisamente un progetto dovrebbe essere definito aziendalmente e non individuato di volta in volta. Inoltre è importante anche in caso di cambiamenti la procedura di Change Management sia definita aziendalmente ed applicata in ogni progetto in modo da regolamentare i processi di individuazione, registrazione, valutazione, approvazione, applicazione delle modifiche. Si trova poi la carenza nella comunicazione, l’eccesso di ottimismo ed anche un’eccessiva sicurezza, da non confondere con la passione che è essenziale e necessaria. 

=> Ricominciare da un fallimento

Ed infine un Project Manager poco presente o con poco tempo da dedicare ad un solo progetto, evento presente nel caso in cui la figura professionale è coinvolta nella gestione di altre attività od emergenze. Non tutti gli errori e i fallimenti sono irrimediabili, ma comunque anche nei minimi casi, portano via molto tempo e denaro, evitarli da subito sarebbe il percorso migliore.

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!