Distrazione e social network

di Francesca Vinciarelli

scritto il

I social network al centro delle giornate di lavoro, ecco le motivazione per cui le aziende li temono.

L’impegno che un’azienda mette sulle tecniche da attuare per aumentare la produttività dei lavoratori è notevole, ma in un’era in cui tutto è portata di mano, anche le faccende private, arginare le distrazioni è ancora più complesso.

=> Distrazioni sul lavoro online e offline 

Questo perché collegandosi in internet si ha accesso a email, messaggi, social e tantissime altre distrazioni, fonti che le aziende temono e odiano. Il problema inoltre non è neanche solo dell’azienda e di un lavoro completato male, ma ne risente anche la propria salute. Non è facile però allontanarsi dai social e da tutte le altre distrazioni, per molti significa riuscire a staccare o più precisamente sviare i compiti e il lavoro. Occuparsi delle proprie faccende private è quasi una tecnica di protezione dagli impegni che si hanno, non capendo quanto tutto ciò faccia male alla propria salute.

=> I trucchi per evitare distrazioni sul lavoro 

Inutile dire quanto siano elevati i riscontri negativi sul lavoro, il multitasking sopratutto quando comprende due argomenti completamenti diversi va a compromettere la concentrazione, aumenta la stanchezza e ovviamente non da la possibilità di concludere correttamente entrambi i lavori, se di lavori si parla. Ovviamente molte aziende per mettersi a riparo da tutto ciò hanno limitato l’accesso dal pc aziendale, sperando di evitare al massimo la problematica. Un sogno più che una realtà, visto che insieme ad internet si trova sempre uno smartphone, ed i dipendenti non hanno problemi ad usarlo al posto del pc aziendale.

=> Il social network sono un problema? 

Il punto di unione di tale abitudine è il malessere, in quanto il danno non va a colpire soltanto il lavoro ma anche chi ne fa uso. Il multitasking è di per se un argomento che divide notevolmente le idee, già quando viene usato per motivi lavorativi, figuriamoci utilizzato per scopi lavorativi e personali. Il cervello quando si occupa di lavoro mantiene una concentrazione notevolmente diversa di quando si chatta con gli amici, per questo unire le due cose è quasi impossibile ed anche dannoso. Meglio dedicarsi alle faccende private insieme al riposo durante le pause, in quel caso avranno la capacità di rilassare e di non rovinare la propria salute e il lavoro.

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!