La nuova vita di un manager

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Manager che cambia vita, ecco in che modo partire e come farlo con il piede giusto.

Cambiare vita è un pensiero che passa per la mente a tutti almeno una volta, sia se si tratta di vita privata che lavorativa, ovviamente spesso le problematiche sono maggiori in quella lavorativa e l’idea di cambiare sembra l’unica spiaggia.

=> Cambiare vita verso la Germania

Il cambiamento muove i sentimenti di tutti sia di dipendenti che dirigenti e manager, spesso accade per il bisogno di dare una svolta alla propria vita. Il cambiamento avviene per una vastità infinita di motivazioni, avviene per un senso di insoddisfazione e frustrazione, al bisogno di vedere e ottenere nuovi traguardi, per reinventarsi o ancora per seguire passioni completamente diverse all’attuale lavoro. Il processo non è facile, da quando si capisce che il pensiero è una reale voglia, attuarlo realmente diventa poi un percorso lungo e spesso insidiosio.

=> Ricominciare e cambiare 

Qualsiasi sia il ruolo che si ricopre nell’attuale lavoro è importante fare dei paragoni, l’attuale lavoro contro quali altre possibilità? Una risposta che deve essere cercata con consapevolezza e realtà, non è sufficiente pensare di cavarsela sopratutto se non si hanno elevate possibilità economiche. Ad oggi lasciare un lavoro è una decisione molto ardua e spesso si rischia di farsi prendere da troppe illusioni, per questo è importante muoversi da subito nella direzione giusta. Ci sono delle vere e proprie fasi per capire se il cambiamento è la strada da percorrere. Si deve analizzare, valutare, decidere, agire e consultarsi. Tutto questo deve avvenire in dei tempi giusti, né troppo lunghi né troppo corti, per evitare la perdita di tempo prezioso.

=> Perché cambiare lavoro 

Nello specifico si deve fare un’analisi completa dell’attuale posizione. Proseguendo con una valutazione attenta, su tutte le idee che si hanno, valutando anche tutti gli elementi personali e capacità lavorative per capire anche i propri punti di forza, potenzialità e qualità, per sapere così come e su cosa puntare. Dopo tutto questo si ha un quadro generale della situazione e più chiaro, per questo si può iniziare a programmare quali sono le prossime azioni. Arriva così il momento di mettere da parte le parole e agire, mettendo in atto le decisioni prese. Il tutto questo percorso può essere utile consultarsi, in una fase di cambiamento così delicata basta una decisione sbagliata per compromettere gravemente il futuro, un confronto e anche una parola e un pensiero in più possono salvare la situazione e aiutare a percorrere la giusta strada.

 

I Video di PMI

Quali sono i contenuti migliori per Google?