Affrontare la pausa pranzo

di Francesca Vinciarelli

scritto il

La pausa pranzo che si trasforma in un incubo, ecco come evitarlo.

La pausa pranzo è un momento per staccare dal lavoro e recuperare tutte l’energie necessarie. La pausa pranzo è il momento che si stacca dalle e-mail, dal lavoro e dalle telefonate e ci si dedica a mangiare e socializzare. Ma qualsiasi cosa si faccia sul lavoro devono esserci delle regole, anche la pausa pranzo non è da meno. 

=> Il nemico della pausa pranzo 

Bisogna premettere che uscire all’aria aperta sarebbe la decisione migliore da prendere, ma può capitare che alcune volte si rimane in ufficio, l’obbligo però rimane sempre quello di staccare gli occhi dal computer anche se si resta seduti sulla propria sedia. 

Inoltre le strade di pensiero sono diverse, da una parte si trovano quei lavoratori che preferiscono passare una pausa di lavoro in solitaria lontana da tutto e tutti, altri per esigenza la passano davanti al pc e altri ancora con i propri colleghi. Ovviamente salta subito all’occhio la seconda opzione, passare la pausa pranzo nel proprio ufficio davanti al pc è sbagliato, ma allo stesso è un’abitudine comune, purtroppo però tutto ciò con il tempo danneggia il lavoratore. Lavorare troppe ore continuamente, sopratutto se lo si fa dal pc, fa male sia al fisico e sia alla mente, non solo per quanto riguarda stress e stanchezza ma anche per quanto riguarda la digestione. 

=> Pausa pranzo: cosa fare contro lo stress

Il beneficio di una pausa pranzo con i colleghi può variare da molti elementi e per questo non sempre è positiva. Più precisamente si parla di elementi abbastanza ovvi, come può essere il rapporto con i colleghi in ufficio. Ma se non si riesce proprio a decidere, gli studi non lasciano dubbi, in quanto passare la pausa pranzo con i colleghi aiuta, se il lavoro che si svolge è un lavoro creativo oppure legato all’immaginazione, al contrario è dannoso se si lavora invece in un contesto che richiede alta concentrazione. Infine anche il proprio intuito di solito nel dubbio aiuta sempre, nel caso in cui non si riesce proprio a passare la pausa pranzo con i colleghi, meglio scegliere un luogo silenzioso, rilassante e calmo.

=> Le regolo d’oro per la pausa pranzo

Qualsiasi sia la scelta in primis deve essere sempre presenta l’educazione, sopratutto quando si mangia, è quindi vietato categoricamente fissare il cibo degli altri, fare domande su perché si è deciso quell’alimento invece che un altro, domande su cibi particolari e cosi via.  Infine per quanto riguarda la decisione del cibo da portare, bisogna evitare alimenti che rilasciano un odore troppo forte, come il pesce. Per la propria salute è essenziale bere acqua ed eliminare ogni tipo di bibita gassata.