Contare sulle ore produttive

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Le ore maggiormanete produttive sul lavoro, ecco quali sono.

Per essere più produttivi e concentrati sul lavoro è importante sfruttare la mattina nel miglior modo possibile. 

=> Un tempo comune per raggiungere gli obiettivi

Alcune piccole abitudini compiute ogni giorno potrebbero cambiare il rapporto con il lavoro. Purtroppo spesso non viene preso il lavoro con il giusto spirito, le problematiche perché ciò avviene sono molteplici, una scarsa retribuzione, mansioni non adeguate, colleghi scortesi e capi tiranni.  Ma tentar non nuoce, spesso cambiare alcune abitudini potrebbe risolvere, in parte, la situazione.

L’attenzione va alle prime ore della mattina, appena ci si alza è importante fare le cose con calma, iniziare la giornata subito in modo frenetico stanca il cervello prima del dovuto. Se si può dedicare del tempo a se stessi facendo della meditazione e dello yoga si potrebbe aiutare mente e corpo.  Potrebbero essere attività che non sempre vengono apprezzate, se lo yoga e la meditazione, non sono proprio ciò che si ama, basta sostituirle con qualcosa dedicato al proprio corpo, un bagno caldo, stretching o anche semplicemente rilassarsi leggendo un libro o ascoltando musica. È sbagliato orientarsi subito agli impegni lavorativi, tra le abitudini da eliminare si trova ad esempio la lettura delle e-mail appena svegli. La regola principale quindi è cominciare la giornata facendo ciò che si vuole e non ciò che si deve fare. Infine una buona colazione consumata con serenità e felicità, aiuterà anche a passare nel miglior modo le ore successive.

=> Il tempo libero dei manager

Il tempo è l’elemento più importante sul lavoro ma bisogna analizzare se stessi per capire come gestirlo al meglio, perchè ognuno ha i suoi tempi e sa quale momento della giornata è migliore di un altro. Analizzare il momento della giornata più produttivo aiuta a vivere al meglio la giornata e di conseguenza possono essere focalizzati i lavori più difficili proprio in quel momento, che sia la mattina, il pomeriggio o la sera. Dopo aver capito quale sia il periodo della giornata migliore può bastare spostare i lavori più problematici in quel determinato tempo, ciò serve per avere il massimo delle energie e per occuparle così per il lavoro più complesso.

I Video di PMI

Regime forfettario: guida ai requisiti