Cadere negli errori

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Quando gli errori mettono in crisi, ecco allora come recuperare.

Quando sul lavoro si è immersi da mille impegni si rischia di fare degli errori che possono compromettere la propria situazione lavorativa.  Commettere errori può essere normale ma cosa fare dopo? il problema infatti si pone quando bisogna prendere una decisione e attuare un piano per recuperare.

=> Errori di marketing

Ovviamente cercare di non farne sarebbe l’unica strada da percorrere ma non può essere sempre possibile, sopratutto se si parla di persone e non di macchine. Ma è importante non continuare a commettere sbagli dopo aver commesso l’errore, tra questi non esagerare con l’autocommiserazione, perdere tempo e l’ultima cosa che serve per rimediare all’errore, è importante apparire subito pronti e concentrati per trovare un modo efficace per la gestione ed il rimedio dell’errore. Allo stesso tempo non bisogna prendere l’evento con confusione, per recuperare ad un errore bisogna avere la massima lucidità, potrebbe essere necessario prendersi una pausa prima di ricominciare. La pausa deve essere un aiuto per ricaricarsi e non per sottovalutare o peggio per ignorare l’errore.

=> Errori del networking

Ricordando sempre che sul lavoro si crea una catena lavorativa molto ampia, spesso un eventuale errore non significa prettamente solo una propria, ma può verificarsi anche in conseguenza di altri problemi, qualsiasi sia il caso è importante comunque rimediare. Capire perché il problema si è presentato è fondamentale, sia per conoscere eventuali mancanze e sia per risolverlo e non commetterlo più. Commettere un errore è quindi un percorso che può rivelarsi molto semplice, ma come si fa a risolverlo? la regola principale è quella di non mollare e cercare al meglio e in breve tempo di risolvere e correggere la situazione. I passaggi che devono avvenire subito dopo la scoperta dell’errore sono pochi e precisi, quasi tutti riguardano la sincerità verso la comunicazione del problema e la risoluzione senza troppe scusanti. Nello specifico si parla di un comportamento che comprende correttezza e professionalità, sia quando si scopre l’errore, sia quando si comunica e sia quando si risolve.

=> Content marketing, errori da evitare

Il comportamento più comune è quello di incolpare altri lavoratori, nulla di più sbagliato, per risolvere velocemente un problema serve collaborazione e non litigi, peggiorerebbero soltanto la situazione già di per sé complicata. Il problema deve essere individuato, comunicato, capito e risolto, nella maniera più chiara e professionale possibile, sopratutto se va a danneggiare il lavoro di altri o la conclusione di un progetto complesso. Ogni lavoro avrà poi il suo percorso di risoluzione a secondo dell’ambiente lavorativo in cui ci si trova, spesso per errori gravi serve l’intervento di professionisti esterni.

 

 

 

Non bisogna mai soprattutto scaricare la colpa a terzi, per un superiore ed anche per un collega, assumersi la responsabilità è una capacità essenziale che merita rispetto e fiducia. 

Bisogna tener conto però che reazioni, in alcuni casi, possono essere negative, bisogna essere pronti quindi ad accettare e comprendere ogni reazione e rispondere sempre con educazione e professionalità.

=> Si chiede scusa anche sul lavoro

Infine bisogna trovare un rimedio al più presto, ricordando di valutare anche le motivazioni per cui è accaduto un errore, ciò per rendere la lezione utile ed efficace per i momenti futuri della propria carriera.