Quando il lavoro rovina la vita

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Il lavoro fondamentale per condurre la propria vita, ma la salute spesso ne risente, ecco di cosa si parla.

Lo stress da lavoro è sempre più diffuso, le cause che lo portano sono moltissime, manager, professionisti e responsabili aziendali convivono sempre più spesso con lo stress.

=> Flessibili sul lavoro

Lo stress da lavoro non procura danni solo apparenti, ma con il tempo danneggia sia fisico che mente. Per capire se si sta vivendo un periodo di stress dovuto dal lavoro, bisogna saper leggere i sintomi che possono presentarsi. Sul lavoro ci si sente assenti, stanchi ed anche confusi ed inoltre non si ha la capacità di concentrarsi. Per quanto riguarda i sintomi fisici si possono avere problemi respiratori, disturbi alimentari e problemi con il sonno. Le problematiche perchè tutto questo inizia sono molteplici, uno dei tanti problemi è quello di non aver una definizione precisa del ruolo che si deve andare ad occupare. Questo problema porta ad un conflitto all’interno del gruppo di lavoro, in quanto due o più persone si trovano a ricoprire uno stesso ruolo. Se la gestione dei ruoli è un lavoro già molto difficile lo è altrettanto la distribuzione del lavoro da compiere, molto spesso eccessivo altre volte insufficiente. Nel primo caso la quantità di lavoro assegnata viene considerata eccessiva quando il tempo che si ha a disposizione per svolgerlo risulta insufficiente. Alcune volte infatti la combinazione termine progetto e lavoro da fare, si rivela irragionevolmente serrata o addirittura impossibili da rispettare. Nel secondo caso, il lavoro insufficiente porta a passare le ore lavorative nella noia e nell’improduttività. In entrambi i casi il risultato è che si finisce per essere frustrati o arrabbiati.

=> Lavoro, ritrovare i stimoli in un cambiamento

Ed inoltre si presentano problemi e conseguenze anche per il rapporto con capo e colleghi. I capi molto spesso non hanno le capacità comunicative adatte, non sono poi in grado di motivare e sostenere i propri collaboratori, inoltre criticano e adoperano molta agressività. Il senso di inadeguatezza sul piano della qualifica può generare molto stress. I colleghi possono essere una compagnia e un aiuto nel mondo lavorativo, ma non sempre, molto spesso tra colleghi, sopratutto quelli con caratteri difficili, si crea un senso di rabbia e risentimento, che prolungato per tutti i giorni e per tutte le ore insieme, porta ad un stato di stress molto elevato. Ed infine l’ambiente di lavoro, come le attrezzature inadeguate, cattiva illuminazione, scarsa areazione, ecc., può incidere negativamente sulla produttività e sullo stress, ma non solo, può essere anche causa di malattie.

=> Creare un ambiente di lavoro coinvolgente

Per cercare di eliminare o ridurre lo stress si possono seguire dei piccoli suggerimenti, come rimuovere o ridurre le pressioni esterne, accettare quelle situazioni che non possono essere cambiate, trasformare i grandi problemi in problemi minori così da poter essere gestiti singolarmente e più semplicemente. Ed ancora alcune volte basta semplicemente ridurre al minimo sulla propria postazione di lavoro le distrazioni che abbassano la concentrazione e aumentano stanchezza e anche lo stress, altre volte dei piccoli metodi non bastano per migliorare la situazione ed è necessario rivolgersi ad un professionista per risolvere il problema. La regola principale infine è quindi quella di valutare sempre con molta precisione i propri sintomi, lo stress da lavoro spesso rischia di essere sottovalutato e confuso con una normale stanchezza dovuta al peso lavorativo.