Il ruolo del look

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Ognuno ha il proprio look ed anche i lavoratori possono mostrare la loro personalità, ma ecco sul lavoro cosa comporta.

Il lavoro con gli anni si è evoluto e sono nate moltissime nuove figure professionali, di pari passo sono nate nuove problematiche, se ne sono risolte altre e molte sono rimaste dove erano.

=> Abbigliamento e domande

Tra queste i pregiudizi verso tipologie di look, molti anni fa era impensabile vedere un manager oppure un qualsiasi lavoratore con tatuaggi o piercieng, in primo luogo perché non era una moda così presente e in secondo luogo perché chi stava al pubblico o chi offriva un servizio o un prodotto doveva essere formale e con una bella presenza. Purtroppo giorno le cose non sono poi tanto cambiate, è vero che i lavoratori con look più decisi e tatuaggi in bella vista sono più presenti, ma il pensiero dei superiori, dei colleghi o dei consumatori non è sempre positivo come si pensa. La capacità e la professionalità di una persona dovrebbero essere basate su criteri molto più importanti di un taglio di capelli o di un tatuaggio, ma purtroppo quasi sempre avviene il contrario. L’apparenza è molto importante, anche se alcune azienda fanno pensare altro, i requisiti necessari per un colloquio sono quasi sempre molto precisi, in caso non lo fossero, vengono poi chiariti durante il colloquio. Bisogna precisare che molto spesso un selezionatore evita di dire, il candidato non è adatto perché ha dei tatuaggi o altro, ma semplicemente si limiterà a spiegare, che le capacità e le conoscenze non erano sufficienti.

=> Il colloquio questione di look

Il colloquio è il punto d’incontro tra lavoratore e azienda e l’esito del colloquio dovrebbe essere deciso al termine di esso. Ma la prima impressione è quella che conta e molto spesso i selezionatori si fanno troppo influenzare. L’apparenza è importante sia per se stessi e sia per gli altri, ma non dovrebbe essere fondamentale. Sopratutto in un colloquio di lavoro, non si dovrebbe rischiare di perdere un candidato valido, solo per un look diverso dal solito. Alcune aziende preferiscono accontentarsi del candidato formale ma con minor esperienza, rispetto al candidato con più esperienza ma con un look più eccentrico. Naturalmente questo tipo di problema aumenta e diminuisce notevolmente a seconda del settore di lavoro.