Lavorare con la stampa 3D

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Stampa 3D gli impieghi rivoluzionari, ecco quali.

La tecnologia della stampa 3D si sta sviluppando sempre di più e comincia a dare vita a nuove realtà di lavoro.

Prepararsi al web 3.0

La stampa 3D è quel processo che realizza oggetti partendo da un modello 3D digitale, nello specifico il modello digitale viene prodotto con software dedicati e successivamente elaborato per essere poi realizzato, strato dopo strato, attraverso una stampante 3D. Innovazione che fa sperare ad un cambiamento notevole nel mondo della produzione con una riduzione e velocizzazioni dei processi di creazione. Alcuni prototipi e sorprendenti esempi hanno dato il loro contributo d’innovazione in diversi settori, aprendo le porta anche a future realtà lavorative. Per capire meglio l’importanza di questa tecnologia, basta analizzare alcuni esempi di applicazione della stampa 3D.

La tecnologia ricomincia a crescere

La stampa 3D è ormai conosciuta da chiunque soprattutto grazie alla pubblicizzazione tramite la televisione e i giornali. La popolazione si è abituata a conoscere le sue capacità soprattutto per quanto riguarda l’oggettistica, quello che non si sa, o si sa poco, è che la stampa 3D può lavorare anche per quanto riguarda gli alimenti e molti altri settori più particolari. Nello specifico è possibile creare oltre i materiali sintetici e high-tech anche alimenti, infatti sono state sperimentate delle stampe 3D per delle torte. Ma se tutto questo sembra già una scoperta importante è interessante capire come la stampa 3D può creare un futuro nascitura, può sembrare assurdo ma dopo la risonanza magnetica 3D, con la stampante 3D il feto può diventare “reale”, per chi non vuole aspettare la fine della gravidanza per prendere in braccio il nascituro in Giappone è già presente il servizio “Shape o fan Angel” che stampa organi umani e feti in 3D. Ma se queste determinate realtà possono sembrare più superflue, abbiamo uno degli sviluppi senz’altro più noti e utili della stampante 3D, nonché quello che riguarda la creazione di protesi e parti del corpo utili per delicati interventi.

Uno sguardo al mercato futuro

Ma se queste scoperte possono sembrare utili per realtà più ampia, la stampa 3D corre in aiuto anche a coloro che vogliono iniziare una propria attività. I costi inizialmente elevatissimi delle stampanti si stanno abbassando e si alza così la speranza dei futuri imprenditori. Oltre l’acquisto è importate capire anche come muoversi e cosa creare, ecco allora alcuni esempi su delle attività usando la stampante 3D.
In primis troviamo la creazione e vendita dei gioielli, mobili e decorazione per la casa tutto grazie al 3D, probabilmente il più semplice e facile anche se richiede comunque creatività, innovazione e stile. Subito dopo troviamo la stampa personalizzata di personaggi dei videogiochi in 3D, anche in questo caso è importante sia un talento per giocare ai videogiochi e sia per creare i propri personaggi dei videogiochi. Nella realtà Whispering Gibbon ha recentemente ricevuto un finanziamento a sei cifre per il software RenderFab 3D che trasforma il video contenuto nel gioco in caratteri stampabili in 3D. Per realtà più particolari si parla anche del cibo in 3D, alcuni dei  prodotti alimentari più stampati fino ad oggi sono il cioccolato e delle caramelle. Ed infine si può parlare di professioni che saranno necessarie in automatico, soprattutto dopo la distribuzione ed espansione di questa tecnologia, nonché coloro che si occuperanno della riparazione, manutenzione, risoluzione dei problemi e montaggio dei kit. Il futuro si prospetta quindi in 3D ma i miglioramenti e le scoperte si trovano ancora all’inizio.

Fonte: Shutterstock

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari