Attenzione alle abitudini

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Abitudini poco professionale, le regole utili per la quiete in ufficio.

Negli ambienti di lavoro si rischia di passare tutta la giornata a litigare con il collega, ma esistono alcune accortezze che potrebbero milgiorare i rapporti in ufficio.

Gestione dei dipendenti: le cose da non dire mai

La condivisione, pur non volendo, si trova alla base del lavoro e crea spesso problematiche che accendono contrasti, disagi, malumori ed anche stress. Per essere dei perfetti dipendenti ci sono delle regole, non scritte, ma utili sia per la propria carriera e sia per il rapporto con gli altri. Nello specifico si parla di eliminare abitudini e comportamenti poco professionali e poco utili all’interno del lavoro, che sia in pausa pranzo o mentre si lavoro. In primis è importante sapersi comportare in ufficio con i propri colleghi e per capire se ciò che si fa è giusto o no, bisogna porsi una semplice domanda, se ciò che si fa lo facesse un collega, turberebbe l’ambiente di lavoro? se la risposta è positiva, meglio evitare. Se tutti i lavoratori ragionassero così, si eviterebbero moltissime problematiche presenti negli ambienti di lavoro, tra i classici comportamenti preferibilmente da evitare si trovano le chiamate private, i pettegolezzi su colleghi e capo, essere invadenti, abbigliamento inadeguato e tutti i comportamenti ineducati. Se questi comportamenti sono limitati al momento del lavoro, ci sono regole anche per quando si va in pausa, soprattutto per i lavoratori che condividono la pausa pranzo. Oltre la scelta del cibo si deve scegliere anche di cosa parlare, ci sono argomenti standard come i film, lo sport e gli hobby che aiutano ad evitare momenti di imbarazzo e discussioni troppo accese. Gli argomenti invece da evitare sono la politica e la religione, soprattutto perché sono due argomenti che portano spesso a discussioni facili.

I Video di PMI