Passera: finanziamento alle imprese dai crediti PA

di Floriana Giambarresi

scritto il

Corrado Passera desidera trovare un accordo con gli istituti bancari per anticipare alle aziende crediti derivanti dalle pubbliche amministrazioni.

Il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, crede di poter trovare un accordo con le banche nel tentativo di finanziare alle imprese 20-30 miliardi di crediti derivanti dalla Pa che saranno ceduti agli istituti grazie a una norma contenuta nel decreto semplifica-Italia.

L’intenzione di Corrado Passera è quella di accelerare sulla road map tracciata per rimettere in circolo liquidità: nella giornata di ieri, ha infatti spiegato nel corso della conferenza stampa tenutasi al termine del Consiglio dei ministri che: “siamo convinti ci sia la disponibilità [delle banche] per anticipare 20-30 mld”.

“Nel decreto semplifica Italia all’esame del Parlamento c’è una norma che mette le banche in condizione di anticipare alle aziende debiti scaduti. Incontreremo il sistema bancario – ha detto il ministro dello Sviluppo economico – perché siamo convinti che ci sia disponibilità per anticipare probabilmente qualcosa intorno ai 20-30 miliardi che in un momento come questo possono fare la differenza”.

Il sistema per cedere i crediti delle PA alle banche è in fase di definizione, e sarà un sistema standardizzato di certificazione dei crediti delle pubbliche amministrazioni per facilitarne la cessione al sistema bancario mediante una piattaforma elettronica realizzata ad hoc. È quanto si legge nella bozza del Piano nazionale per le riforme, che è stato in esame da parte del governo nelle scorse ore.

Dunque, per pagare i crediti alle imprese, il governo sta negoziando con le banche circa una soluzione basata sulla cessione pro solvendo, che permette al credito di mantenere la propria natura commerciale e non di trasformarsi in un titolo finanziario. Ulteriori informazioni a riguardo dovrebbero essere diramate nelle prossime settimane.