Sea, avanti con la quotazione in Borsa

di Massimiliano Santoro

scritto il

Il comune di Milano ha deciso di riprendere il processo di quotazione in Borsa di Sea, la società che gestisce gli aeroporti di Malpensa e Linate.

Approvata dalla Giunta comunale di Milano una delibera con la quale si decide di riprendere il processo di quotazione in Borsa di Sea, la società che gestisce gli aeroporti milanesi di Linate e Malpensa e che detiene il 30% di quello di Orio al Serio.

Una nota di Palazzo Marino spiega che in caso di adesione della Provincia a questa quotazione “il flottante collocato sul mercato, pari al 25% del capitale sociale, sarà composto dalla quota del 14,6% detenuta dalla Provincia e per la parte residua da un aumento di capitale della Società Sea” mentre, in caso di non adesione da parte dell’amministrazione provinciale, iil flottante “sarà composto per il 16,9% da un aumento di capitale della società Sea e per il rimanente 8,1% da azioni del Comune di Milano”.

Comunque, si precisa che in entrambi i casi l’amministrazione comunale resterà il primo azionista della Sea con annesso il diritto di nominare la maggioranza assoluta nel consiglio di amministrazione.

Inoltre, si sottolinea che la delibera approvata presenta anche l’indirizzo per riservare delle azioni ai dipendenti di Sea ed ai cittadini residenti a Milano, Varese e in Lombardia con l’auspicio, da parte dell’amministrazione, di concludere l’iter di collocamento entro il 2012.

Infine, la giunta ha approvato anche l’operazione congiunta con la provincia per la vendita della maggioranza della Milano-Serravalle: “Le azioni detenute dal Comune di Milano (18,6%) si aggiungeranno alle azioni detenute da Asam (52%) – si legge – e attraverso il meccanismo dell’asta al rilancio l’introito minimo del Comune sarà di 130 milioni di euro. Altri soci pubblici potranno aderire alla cessione. L’esito del bando è atteso entro la fine dell’anno”.