Verona: Fieracavalli vince la crisi

di Redazione PMI.it

scritto il

Fieracavalli oltre la crisi: i numeri dell'edizione 2013.

In quattro giorni 158mila visitatori, oltre 2mila le presenze in più rispetto alla precedente edizione: Fieracavalli si conferma il più importante appuntamento internazionale per il settore equestre con quattro giorni di prestigiose gare sportive come la Coppa del Mondo di salto ostacoli e attacchi. Ma soprattutto Fieracavalli si conferma un successo di business per il comparto allevatoriale, con 3mila cavalli di tutte le razze e per il ricco programma degli spettacoli equestri e tre serate sold out del Gala d’Oro Opera. Insomma un bilancio più che positivo per le aziende presenti, con buyer esteri per la prima volta anche da Russia e Marocco.

La 115a edizione della Fiera, inaugurata giovedì dal ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Nunzia De Girolamo, si dimostra più forte della crisi economica, come sottolineato dal presidente di Veronafiere, Ettore Riello:

«Malgrado la crisi, abbiamo registrato 2mila visitatori in più dell’anno scorso e Fieracavalli resta ancora una volta un appuntamento irrinunciabile per tutto il settore. Merito di un format vincente  e  delle numerose  novità di questa edizione 2013, come il debutto della tappa di Coppa del Mondo Driving e del circuito CSI 2*della FEI, della finale del Progetto Giovani 2013 della Fise, così come del ritorno delle Notti di Fieracavalli».

Il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani, sottolinea poi come Fieracavalli 2013 abbia fatto segnare anche un aumento delle presenze estere:

«Anche sul fronte dell’internazionalizzazione abbiamo ricevuto riscontri molto positivi, con buyer da 80 paesi e presenze significative da Israele, Macedonia, Croazia, Slovenia, Turchia, Repubblica Ceca, Svizzera, Romania, e per la prima volta, da Russia e Marocco. Anche l’attenzione dei media stranieri sulla manifestazione è aumentata, come testimoniano i 60 giornalisti esteri accreditati da più di 20 nazioni». 

Fieracavalli si conferma inoltre la più grande vetrina dove trovare riuniti i più importanti marchi nazionali ed internazionali di articoli per l’equitazione, attrezzature tecniche, veterinaria, alimenti per cavalli e complementi country per maneggi e scuderie. Bilancio positivo anche per gli oltre 650 espositori: Umbria Equitazione, Mascheroni, Comancheros, Equiline, Lorenzini, Rinco Impianti Ippici, Tucci, Selleria Gianetti e Podium hanno riportato buoni volumi d’affari, nonostante la difficile congiuntura economica. 

Soddisfazione è stata espressa anche dai marchi top, come Fixdesign, alla seconda partecipazione in fiera:

«In 26 anni di attività – sostiene l’amministratore delegato, Gianmarco Mangiulli  – non ho mai visto una reazione così efficace alla nostra  proposta commerciale. Di sicuro grazie anche a Fieracavalli, una manifestazione storica con un pubblico molto vasto e trasversale».

I Video di PMI

Guida alle ferie aziendali