Tratto dallo speciale:

Facebook: con le apps il marketing ci guadagna

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Grazie alle apps, in grado di agire sull'Open Graph di Facebook, le aziende potranno potenziare le strategie di marketing con un effetto virale.

Su Facebook prende piede l’Open Graph con la Timeline, che sostituirà l’attuale conformazione del social network sfruttando apposite apps: un cambiamento che le aziende non possono ignorare quando si tratta di marketing.

Le apps saranno infatti strategiche per l’inserimento e la moltiplicazione dei contenuti, creando interazioni ad effetto virale interessanti dal punto di vista commerciale.

Un applicativo ad hoc può quindi rivelarsi un’operazione di marketing particolarmente efficace per una azienda che investe su Facebook.
Occorre studiare non solo applicazioni con il cuore sociale, in grado di coinvolgere il maggior numero possibile di utenti, ma anche le apps già esistenti al fine di sfruttarne al meglio il traino.

Un esempio su tutti: TripAdvisor permette di segnalare le recensioni degli utenti in automatico all’interno della Timeline; chiunque basi il proprio business su attività contemplate dall’applicativo può così, attraverso una recensione, apparire per effetto virale all’interno della Timeline di numerosi altri utenti, moltiplicando così enormemente la spinta pubblicitaria originale.

L’Open Graph consente poi di andare ben oltre il classico “mi piace”per spingersi su verbi quali “vorrei”, “sto guardando”, “ho condiviso” e altri; occorre quindi studiare e capire il significato, la portata e le ripercussioni di tutte le nuove opportunità offerte della Timeline di Facebook, per non farsi cogliere impreparati e per afferrare al meglio le sue potenzialità.