Amministratori di sistema in azienda: scadenza imminente e rischio truffe

di Noemi Ricci

scritto il

In previsione della imminente scadenza per l'adeguamento delle imprese alle prescrizioni del Garante Privacy per gli amministratori di sistema, arrivano chiarimenti e monito contro i consulenti tendenziosi e truffaldini

Il 15 dicembre scadono i termini fissati dal Garante Privacy per l’adeguamento di molte imprese alla nuova normativa per gli amministratori di sistema: i soggetti interessati dovranno risultare conformi alle prescrizioni impartite in materia. Non tutte le aziende sono tenute a farlo, eppure molti consulenti senza scrupoli diffondono informazioni tendenziose per spingere le imprese verso l’acquisto di prodotti e servizi non necessari.

A lanciare l’allarme è lo stesso Garante Privacy, che fornisce opportune precisazioni «anche allo scopo di evitare ingiustificati oneri per le aziende».

Non tutte le aziende sono soggette al provvedimento relativo agli amministratori di sistema: sono escluse le aziende che non devono far ricorso a questa figura professionale per il trattamento dei dati personali con strumenti informatici.

Per chi deve adempiere agli obblighi, invece, il Garante sottolinea che le operazioni da compiere sono piuttosto e realizzabili senza acquisti software, ma con gli strumenti già disponibili in ufficio o con soluzioni a basso costo o gratuite.

Dunque, attenzione a chi propone l’acquisto di prodotti commerciali o di apparati più sofisticati.