Indennità di disoccupazione, online il decreto

di Lorenzo Gennari

scritto il

Il ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali ha pubblicato online il decreto interministeriale, approvato il 19 maggio, riguardante l'accesso all'indennità di disoccupazione

Il decreto sull’accesso all’indennità di disoccupazione, dopo aver passato la fase di controllo preventivo di competenza alla Corte dei Conti, è stato approvato dal ministero del Lavoro di concerto con il ministero dell?Economia e delle Finanze e pubblicato online.

A partire dalla home page del sito www.lavoro.gov.it è possibile scaricare il documento in pdf anche se, per una completa comprensione, è indispensabile fare riferimento al decreto legge del 29 novembre 2008 numero 185, che stabilisce una distinzione tra i beneficiari dell’indennità.

Diviso in 15 articoli, il decreto indica agli articoli 3, 4 e 5, i criteri di scelta per le misure di sostegno all?occupazione: criteri facenti parte della manovra per il sussidio a famiglie, lavoro e impresa, che ha come scopo anche quello di ridisegnare, in funzione anti-crisi, il quadro strategico nazionale (legge n.2 del 28 gennaio 2009).

In totale le risorse da destinare ai sussidi saranno pari, nel 2009, a 289 milioni di euro. Ogni lavoratore in possesso dei requisiti per l’accesso all’indennità, avrà diritto “a un trattamento pari alla indennità ordinaria di disoccupazione non agricola con requisiti normali per un numero di giornate pari a quelle di sospensione e comunque non oltre le 90 giornate”. Sono esclusi dal beneficio i dipendenti di imprese già destinatarie di interventi di cassa integrazione guadagni.

«Ai fini di una efficiente e trasparente circolazione delle informazioni e di una corretta gestione dei trattamenti previdenziali e di sostegno al reddito ? si legge all?art. 10 del decreto – l?INPS consente, agli enti bilaterali e ai fondi convenzionali, il libero accesso ad una banca dati informatizzata, aggiornata in tempo reale con i dati relativi ai lavoratori percettori di trattamenti di sostegno al reddito». L?art. 12 indica invece le cause di decadenza dal trattamento di sostegno del reddito e l?art.13, prevede inoltre una “indennità una tantum ai collaboratori, coordinati e continuativi?. Infine, l?art.14 indica i criteri di priorità nell?erogazione delle prestazioni.