Aiuti de minimis: il modello per i finanziamenti

di Redazione PMI.it

scritto il

Le istruzioni INPS per la fruizione degli aiuti “de minimis” erogati dall’Istituto utilizzando il nuovo modello di dichiarazione.

Per ottenere aiuti de minimis è necessario presentare un modello di dichiarazione (x articolo 47 D.P.R. n. 445/2000) conforme ai dettami dei Regolamenti UE n. 1407/2013 e n. 1048/2013. Il modulo, aggiornato nel 2014, è allegato alla Circolare n. 102 dell’INPS, nel quale sono elencate anche tutte le agevolazioni di sua competenza per le quali si applicano i Regolamenti, ovvero:

  • sgravio contributivo articolo 22, Legge n. 183/2011;
  • incentivo di ricollocazione lavorativa articolo 2, comma 10 bis, Legge n. 92/2012;
  • incentivo assunzione iscritti nella “Banca dati per l’occupazione dei giovani genitori”, DM Gioventù del 19 novembre 2010 (circolare n. 115/2011);

=> Aiuti alle imprese in regime “de minimis”

Per ottenere l’incentivo per l’assunzione di lavoratori iscritti nella “Banca dati per l’occupazione dei giovani genitori” previsto dal Decreto del Ministro della Gioventù del 19 novembre 2010 i datori di lavoro devono inviare la richiesta di ammissione al beneficio tramite il modulo telematico, disponibile nel Cassetto previdenziale insieme alla dichiarazione “de minimis” secondo il nuovo modello di dichiarazione.

Per l’inoltro è necessario accedere alla funzionalità “Contatti” del Cassetto Previdenziale. Prossimamente i sistemi informativi centrali aggiorneranno il modulo telematico “GIOV-GE”.

Per maggiori informazioni consultare la Circolare INPS n. 102 .