Fisco: ridotti gli interessi di mora sui versamenti tardivi

di Noemi Ricci

scritto il

Scende di un punto percentuale il tasso per il calcolo degli interessi da applicare agli importi dovuti per le somme iscritte a ruolo e versate in ritardo, lo ha comunicato l'Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato un nuovo provvedimento che comunica la riduzione di un punto percentuale degli interessi di mora sulle somme iscritte a ruolo e versate in ritardo.

In particolare, il tasso precedentemente fissato al 6,8358% è passato ora al 5,7567%, da applicare su base annua a partire dal prossimo 1 ottobre.

Dunque, è questo il nuovo tasso di interesse da applicare agli importi dovuti, a partire dalla notifica della cartella e fino alla data del pagamento, nel caso in cui il contribuente attenda oltre i 60 giorni dalla notifica previsti per il pagamento della cartella, come stabilito dall’articolo 30 del dpr 602/73.

La variazione del tasso è stata calcolata in base alla media dei tassi bancari attivi definita dalla Banca d’Italia ed in particolare alla loro flessione registrata nell’anno 2009.