Tratto dallo speciale:

Regime dei Minimi: deduzioni e detrazioni in UNICO

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Dichiarazione dei redditi per i contribuenti in Regime dei Minimi: ecco quando è possibile beneficiare delle deduzioni e detrazioni IRPEF nelk modello UNICO.

Si avvicina la scadenza per la dichiarazione dei redditi tramite UNICO ed una delle questioni di maggiore interesse per imprenditori e professionisti è quella di capire quali deduzioni e detrazioni IRPEF è possibile applicare e in quali condizioni (vai alla Guida).

Un caso particolarmente interessante riguarda coloro che rientrano nel Regime dei Minimi, perché le agevolazioni fiscali di cui godono (imposta sostitutiva del 5%) sono incompatibili con le detrazioni e deduzioni IRPEF ( approfondisci la riforma). Il solo costo che si può portare in deduzione è quello dei contributi versati alla propria cassa previdenziale.

Se oltre a ricavi e costi legati all’attività che rientra nel Regime dei Minimi in UNICO vengono indicati anche altri redditi tassati con le aliquote IRPEF ordinarie è possibile sfruttare, per questi ultimi, le varie deduzioni e detrazioni d’imposta previste per spese e costi sostenuti nell’anno di riferimento.

Se invece si possiedono solo redditi tassati con l’imposta sostitutiva in qualità di contribuenti minimi non è possibile beneficiare di nessun ulteriore sconto. Ricordiamo che per i contribuenti che godono del regime fiscale di vantaggio per imprenditoria giovanile è stata decisa per l’8 luglio la proroga al pagamento delle tasse risultanti dal modello UNICO (ed IRAP), in particolare per: IRPEF, IRES, cedolare secca, IVIE e IVAFE.

I Video di PMI