Bonus Mobili anche per sanitari?

Risposta di Barbara Weisz

Roberto chiede:

Sanitari e accessori da bagno rientrano nel Bonus Mobili?

Gli arredi sono compresi nel Bonus Mobili 2022, al 50% fino a un tetto di spesa di 10mila euro.

I sanitari e la rubinetteria invece ne restano esclusi. Lo scorso anno era stata prevista un’agevolazione specifica, il cosiddetto Bonus Idrico, ma per il 2021 è scaduto e che per il 2022 non è stato rinnovato.

Per i sanitari, l’unica alternativa resta il Bonus Ristrutturazioni al 50% fino a un tetto di spesa di 96mila euro per unità immobiliare, utilizzabile anche per la sostituzione degli apparecchi sanitari:

solo se integrata o correlata a interventi maggiori per i quali spetta l’agevolazione.

Lo spiega la Guida dell’Agenzia delle Entrate. Quindi, se lei ha fatto estesi lavori di ristrutturazione sull’immobile, allora può applicare la detrazione anche alla sostituzione dei sanitari.

Infine, se lei ha acquistato nuovi sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica alimentare, finalizzati al miglioramento qualitativo delle acque, può utilizzare il bonus acqua potabile, un credito d’imposta al 50% fino a un tetto di spesa di mille euro per unità immobiliare (per immobili commerciali o d’impresa, il tetto sale a 5mila euro).

 

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Barbara Weisz