Regime forfettario e corrispettivi elettronici

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Carmela chiede

Sono un’artigiana in regime forfettario da quest’anno. Dal 2020 ci saranno i corrispettivi telematici: siamo esentati come per le fatture elettroniche?

Barbara Weisz risponde

L’obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri a cui lei fa riferimento non prevede esenzioni specifiche per i contribuenti in regime forfettario.

E’ invece possibile che intervengano, entro fine anno, altre tipologie di esenzione, ad esempio legate alla tipologia dell’attività svolta.

In termini molto semplici, l’obbligo della trasmissione telematica (il cosiddetto scontrino digitale) riguarda tutti gli esercenti e gli artigiani che effettuo vendite al dettaglio a partire dal 2020. Per alcune realtà della grande distribuzione (con fatturato superiore a 400mila euro) l’obbligo parte dal prossimo primo luglio 2019.

Il riferimento legislativo è l’articolo 17 del dl 119/2918.

L’obbligo riguarda tutte le operazioni effettuate dai seguenti soggetti (articolo 22 Dpr 633/1972): commercianti al minuto autorizzati in locali aperti al pubblico o in spacci interni o mediante apparecchi di distribuzione automatica o per corrispondenza o a domicilio o in forma ambulante, somministrazioni di alimenti e bevande nei pubblici esercizi e nelle mense aziendali, prestazioni di trasporto di persone, prestazioni alberghiere, servizi in locali aperti al pubblico o nell’abitazione dei clienti o in forma ambulante.