Regime forfettario e opzione e-fattura

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Dario chiede

Nell’anno corrente (2019) aderisco al sistema forfettario e non sono soggetto all’emissione della e-fattura. Alcuni clienti mi chiedono l’e-fattura, altri no. Posso emettere fatture elettroniche per alcuni e cartacee per altri? Per coloro che richiedono l’e-fattura posso emettere una fattura “normale” e trasmetterla tramite posta certificata?

Barbara Weisz risponde

Il punto fondamentale è che lei, in quanto contribuente forfettario, non ha l’obbligo di emettere fattura elettronica. Può quindi decidere liberamente se emettere o meno fattura elettronica. Per rispondere con precisione al suo quesito, può emettere la fattura cartacea verso alcuni clienti e quella digitale verso coloro che invece gliela chiedono.

Il riferimento normativo che la riguarda è il comma 909 della legge 205/2017, che va a modificare il dlgs 127/2015 introducendo, dallo scorso primo gennaio l’obbligo di e-fattura fra privati. E prevede che siano esonerati dall’obbligo i contribuenti che utilizzano il regime forfettario. Quindi, come detto, rientrando lei in questa casistica, può organizzarsi come crede.

Per quanto riguarda la trasmissione via PEC, può senz’altro effettuarla, ma non si tratta di una fattura elettronica. Mi spiego meglio: la fattura elettronica deve essere inviata in formato xml al SdI, sistema di interscambio.  Quindi, se lei emetta una fattura cartacea e poi la invia attraverso la posta elettronica certificata, non sta emettendo una fattura elettronica.

Attenzione: le nuove disposizioni non riguardano le  cessioni e le prestazioni verso la PA. Ai sensi della legge 244/2007 e del DM 55/2013, non sono infatti previsti esoneri per i soggetti in regime agevolato, che dovranno pertanto continuare ad emettere fattura elettronica nei confronti nella Pubblica Amministrazione.