IMU in campagna elettorale: abolizione o riduzione?

di Barbara Weisz

scritto il

Rimborso IMU prima casa: dopo la proposta Berlusconi , ecco le nuove proposte a confronto di Pdl-Lega, Pd-Sel, Scelta Civica, Movimento 5 Stelle, Rivoluzione Civile e Fermare il Declino.

La proposta choc di Berlusconi per il rimborso alle famiglie dell’IMU (leggi tutto) sulla prima casa versata nel 2012 ha acceso la campagna elettorale in vista delle Elezioni Politiche 2013: alla luce delle reazioni, esaminiamo dunque tutti i programmi elettorali in materia di IMU.

=>IMU 2013: i programmi di Monti, Berlusconi, Bersani

Centro-destra

Eliminazione IMU sulla prima casa e rimborso di quella 2012, con deliberazione nel primo CdM e restituzione nel giro di un mese, in contanti alle Poste o con accredito diretto: l’amministrazione finanziaria invierà una lettera a ciascun contribuente, e – annuncio nell’annuncio – la missiva sarà «firmata dal prossimo ministro dell’Economia e dello Sviluppo, cioè dal sottoscritto» ha dichiarato Berlusconi.

Per il rimborso 2012 la copertura finanziaria deriverà da un accordo Italia Svizzera per la tassazione delle transazioni oltre-confine, con l’ipotesi di condono tombale  (in attesa della sottoscrizione di tale accordo, la liquidità sarà anticipata dalla Cassa Depositi e Prestiti), mentre l’abolizione IMU sulla prima casa saranno incrementate le accise su giochi, lotto, scommesse e tabacchi.

=>Restituzione IMU: la proposta Berlusconi

Centro

Scelta civica di Mario Monti si impegna a ridurre l’IMU sulla prima casa (ma non a toglierla) dal 2013, attraverso il raddoppio della detrazione (a 400 euro dagli attuali 200), con uno sconto ulteriore per i figli (100 euro dagli attuali 50 per ogni figlio a carico sotto i 26 anni) e altri 100 euro per la prima casa degli anziani soli.

Costo stimato: 2,5 miliardi, da reperire con riduzione della spesa primaria.

Effetto sui contribuenti: il 50% degli Italiani proprietari di prima casa (10 milioni su circa 20 milioni) non pagherà nulla di IMU. La media sale al 75% per i nuclei familiari con due figli a carico e si avvicina al 100% per le famiglie più numerose.
Per le altre famiglie, che continueranno a pagare l’IMU sulla prima casa, si prospetta un risparmio da 200 a 400 euro su quanto pagato nel 2012. per una «ampissima fetta dei non esentati», si legge nel programma, l’IMU sull’abitazione principale costerà meno di 100 euro.

=>Riduzione IMU con il nuovo Governo 2013

Centro-Sinistra

Partito Democratico e SEL (Sinistra Ecologia e Libertà) propongono l’abolizione IMU sulla prima casa per i redditi bassi e per chi ha pagato nel 2012 una tassa fino a 500 euro.  Questa misura verrà finanziata con un prelievo graduale e progressivo sui grandi patrimoni immobiliari (probabilmente a partire da almeno tre milioni di euro di valore commerciale).

Intero gettito IMU ai Comuni (ora una quota va allo Stato).

Movimento 5 Stelle

Abolizione IMU prima casa. Le risorse potrebbero essere trovate non spendendo i soldi per la TAV e tagliando le spese militari.

Rivoluzione Civile

Abolizione IMU prima casa e proposta di estendere l’imposta agli immobili commerciali della Chiesa (in realtà già previta: leggi i dettagli) e delle fondazioni bancarie.

Le misure andrebbero finanziate con una patrimoniale sulle grandi ricchezze.

Fare per fermare il declino

Due proposte IMU, una delle quali tutta dedicata alle imprese (si può sottolineare che è l’unico caso di un programma elettorale che punta più sulla riduzione dell’IMU alle imprese che non alle famiglie):

  • gettito ai Comuni.
  • riduzione aliquota per i beni strumentali delle imprese e riforma della tassazione patrimoniale sui fabbricati agricoli, anche allo scopo di far venire meno gli aumenti degli ultimi anni.

=> Vai allo Speciale IMU

I Video di PMI

Rottamazione e condono fiscale: tutte le opzioni