Agevolazioni ZES anche per attività già operative

di Redazione PMI.it

scritto il

Anche le imprese già operative nelle ZES possono beneficiare delle agevolazioni fiscali, purché sia avviata una nuova attività che generi occupazione.

La Legge di Bilancio 2021 ha introdotto agevolazioni fiscali ad hoc per le imprese che avviano una nuova attività nelle Zone Economiche Speciali (ZES), concedendo la riduzione del 50% dell’imposta sul reddito. L’incentivo spetta anche alle aziende già operative all’interno del territorio delle ZES, purché sia avviata una nuova attività non esercitata fino a quel momento e, soprattutto, che possa generare nuovi posti di lavoro.

L’Agenzia delle Entrate fa luce proprio su questo punto con la risposta n. 771 del 10 novembre 2021, chiarendo come lo stesso decreto di istituzione delle ZES (91/2017) preveda un obiettivo preciso:

Favorire la creazione di condizioni favorevoli in termini economici, finanziari e amministrativi, che consentano lo sviluppo, in alcune aree del Paese, delle imprese già operanti, nonché l’insediamento di nuove imprese in dette aree.

Per le imprese attive nelle ZES, precisamente, l’imposta sul reddito che deriva dallo svolgimento dell’attività è ridotta del 50% a decorrere dal periodo d’imposta nel corso del quale è stata intrapresa una nuova attività e per i sei periodi d’imposta successivi. Per le imprese beneficiarie dell’agevolazione, inoltre, è obbligatorio mantenere la loro attività nelle ZES per almeno dieci anni e conservare i posti di lavoro creati per un periodo di tempo altrettanto lungo.