Tratto dallo speciale:

Consultazione e memorizzazione e-fatture, proroga a settembre

di Redazione PMI.it

scritto il

Altri tre mesi per aderire al servizio di memorizzazione e consultazione delle fatture elettroniche dell'Agenzia delle Entrate: il nodo Privacy.

Nuova proroga, al 30 settembre 2021, per aderire al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche emesse e ricevute e dei loro duplicati informatici. E’ stata disposta dall’Agenzia delle Entrate per consentire la conclusione del confronto in corso con il Garante per la protezione dei dati personali sulla memorizzazione dei dati delle e-fatture. Viene così allungato il periodo transitorio, durante il quale Partite IVA, intermediari e consumatori finali possono aderire al servizio dell’Agenzia delle Entrate.

=> Come aderire al servizio di consultazione fatture

Il servizio “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici” è attivo dal 2018, disponibile nell’area riservata del sito web dell’Agenzia, previa adesione. Nel periodo transitorio, appena prolungato fino al 30 settembre, è possibile consultare le fatture emesse e ricevute dalla data di entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica. Chi aderisce può conservare le fatture, ma solo quelle successive all’adesione stessa.

La normativa (articolo 14, dl 124/2019) prevede che le fatture elettroniche siano memorizzate fino al 31 dicembre dell’ottavo anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione di riferimento o fino alla definizione di eventuali giudizi, al fine di essere utilizzati dalla Guardia di Finanza e dall’Agenzia delle Entrate per le attività di analisi di controllo a fini fiscali.

Come detto, è in corso un tavolo con il Garante Privacy per definire le modalità di attuazione della norma, nel rispetto dei principi del GDPR. Sono state condivise parte delle soluzioni per la gestione e memorizzazione delle e-fatture B2B relative alle cessioni di beni e prestazioni di servizi tra operatori economici e ad operazioni effettuate nei confronti dei consumatori finali (B2C), mentre restano da condividere alcuni aspetti legati a queste ultime. Si prevede di concludere il tavolo entro il 30 settembre, nel frattempo l’Agenzia è autorizzata a continuare a memorizzare le fatture transitate nello SdI (Sistema di Interscambio) dal 2018 a oggi e a memorizzare quelle emesse dal primo luglio 2021, dando la possibilità ai contribuenti di aderire al servizio di consultazione.