Microsoft aiuta a creare una PMI: gli investimenti 2014

di Andrea Barbieri Carones

scritto il

Anche nel 2014 Microsoft punterà alla formazione dei giovani italiani, attraverso il programma YouthSpark per la diffusione del know how volto alla creazione di start-up: i risultati raggiunti all'incontro con Steve Ballmer a Roma.

Steve Ballmer è volato a Roma per parlare degli imprenditori di domani, presentare i risultati raggiunti da Microsoft in questo senso in Italia e anticipare le novità dell’iniziativa YouthSpark, volta a favorire l’occupazione per 300 milioni di giovani nel triennio 2012-2014: attraverso programmi e partnership mirate, YouthPark ha già creato opportunità lavorative per oltre 100 milioni di loro.

Storico braccio destro di Bill Gates, Ballmer punta dunque sui giovani per favorire la creazione di start-up innovative alimentate dal know how in campo tecnologico. Del resto, «Microsoft è la più grande start-up del mondo»: «la mentalità che vige all’interno dell’azienda è quella di chi lavora in una PMI»! Per bissare questo successo il punto di partenza è formarsi e utilizzare le potenzialità IT per creare piccole aziende davvero competitive sul mercato (Giovani e PMI Digitali: i nuovi strumenti Microsoft).

I risultati

E proprio in Italia, dove la disoccupazione giovanile ha raggiunto livelli record, l’iniziativa dell’azienda di Redmond ha avuto un impatto importante visto che nel 2013 hanno ottenuto formazione gratuita circa 25mila giovani, mentre altri ad altri 500mila sono state offerte competenze specifiche per approcciarsi al mondo del lavoro, oltre che strumenti tecnologici gratuiti per avviare nuove realtà imprenditoriali. I dati parlano da soli:

  • 4.300 giovani in cerca di occupazione sono stati formati attraverso il progetto “Giovani & lavoro. IT fattore abilitante”, realizzato in collaborazione con il Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza e la Fondazione Adecco pari opportunità.
  • altri 4.500 hanno ricevuto gli strumenti per entrare nel mondo del lavoro attraverso un programma ad hoc in collaborazione con Fondazione Mondo Digitale e alcune scuole.
  • 15.000 talenti hanno partecipato alle due fasi di training orientate alla formazione tecnica e di business, pertrasformare la propria idea di business in una start-up.
  • 100 giovanissimi circa hanno seguito un corso su come avviare un percorso imprenditoriale grazie alla tecnologia.
  • spazio infine alle donne con il progetto “Nuova rosa”, realizzato con il Comune di Firenze per colmare il gender gap nel campo della tecnologia.

Le novità 2014

«Anche nel corso del 2014 continueremo a investire per formare i giovani universitari e liceali italiani. Occorre però che ciascuno abbia una visione aperta del mondo e che creda davvero nell’utilizzo delle nuove tecnologie, verso le quali occorre aggiornarsi continuamente». Per il prossimo anno, dunque, l’azienda fondata da Bill Gates punterà alla formazione con l’obiettivo di creare delle PMI, donando a 10.000 giovani europei – di cui un migliaio in Italia – dei voucher da spendere per la propria formazione tecnologica. Nel nostro Paese, il programma sarà effettuato con Telecentre-Europe e Fondazione Mondo Digitale, che attraverso le scuole superiori sparse in varie regioni italiane finanzierà l’acquisizione di know how attraverso sessioni di studio.