Tratto dallo speciale:

Pagamenti con POS: invio dati al Fisco dal 1° settembre

di Alessandra Gualtieri

scritto il

Transazioni POS al Fisco, prima scadenza 5 settembre 2022: nuovi obblighi e procedure per la tracciabilità e l'incrocio dei dati ai fini fiscali.

Pronte le procedure per adempiere al nuovo obbligo a carico degli operatori finanziari che mettono a disposizione degli esercenti strumenti di pagamento elettronico: devono comunicare all’Agenzia delle Entrate, tramite PagoPa, i dati identificativi dei POS forniti e gli importi complessivi degli incassi giornalieri per ogni singolo terminale.

Transazioni con POS: regole e scadenze

L’obbligo è previsto dall’articolo 22, comma 5, della legge n. 124/2019. Il provvedimento del 30 giugno 2022, firmato dal direttore dell’Agenzia, indica quali dati inviare, le modalità e i termini di trasmissione.

L’adempimento si applica a partire dalle transazioni contabilizzate dal 1° settembre, la cui trasmissione deve essere effettuata dai prestatori di servizi di pagamento entro il 5 settembre 2022. Per le operazioni contabilizzato dal 1° gennaio al 31 agosto 2022 c’è tempo fino al 31 ottobre 2022.

I dati da comunicare

  • Il codice fiscale e, se disponibile, la partita IVA del commerciante e il codice univoco del contratto di convenzionamento con il prestatore di servizi di pagamento,
  • il codice Abi o il codice fiscale dell’operatore finanziario obbligato alla trasmissione,
  • l’identificativo assegnato da PagoPa all’operatore,
  • l’identificativo univoco dello strumento di pagamento, fisico o virtuale, con cui l’esercente accetta la transazione elettronica,
  • la tipologia di operazione, distinta tra pagamento e storno pagamento,
  • la data di trasmissione delle operazioni da parte del prestatore di servizi di pagamento,
  • la data contabile dei pagamenti,
  • l’importo complessivo giornaliero delle transazioni elettroniche effettuate dall’esercente,
  • il numero giornaliero dei pagamenti e-cash effettuati.

Le informazioni devono essere trasmesse a PagoPa, direttamente o attraverso Bancomat Spa per i pagamenti effettuati  tramite carte dei circuiti PagoBancomat® e Bancomat Pay®, entro il secondo giorno lavorativo successivo alla data di contabilizzazione della cessione o prestazione. PagoPa girerà i dati all’Agenzia entro il quinto giorno successivo alla data di ricezione.

PagoPa assume il ruolo di Responsabile del trattamento dei dati personali acquisiti. A Sogei è affidata la gestione del sistema informativo dell’Anagrafe tributaria, Responsabile del relativo trattamento.