Tratto dallo speciale:

Expo 2015: accordo per il lavoro flessibile

di Redazione PMI.it

scritto il

Accordo in quattro punti per definire le modalità di lavoro flessibile in vista di Expo 2015: apprendistato, tempo parziale, riposo e sostegno ai lavoratori.

Lo scorso 26 marzo 2015 l’Unione Confcommercio di Milano – Lodi – Monza e Brianza e le Organizzazioni sindacali Filcams – Cgil, Fisascat – Cisl e Uiltucs – UIL di Milano hanno siglato un’intesa per favorire il lavoro flessibile in occasione di Expo 2015.

=> Lavoro a chiamata, part-time e orari flessibili

L’accordo ha validità fino al 31 marzo 2016 e riguarda, nello specifico, le imprese che applicano il CCNL del Terziario della distribuzione e dei Servizi. Come si legge sul documento ufficiale:

«l’Esposizione Universale EXPO 2015 rappresenta un’irripetibile occasione per la città di Milano, la sua provincia e per l’intera economia italiana per lo sviluppo e il rilancio dell’occupazione, in particolare giovanile, per la valorizzazione delle imprese e della professionalità dei lavoratori; EXPO 2015 e le manifestazioni collaterali determineranno un’occupazione aggiuntiva generata in modalità diretta, indiretta ed indotta, con particolare riferimento alle imprese del Terziario della Distribuzione e dei Servizi, per un arco temporale ben più ampio rispetto al periodo lo maggio – 31 ottobre 2015, durante il quale i1 fabbisogno occupazionale e l’attività lavorativa raggiungeranno i maggiori livelli.»

Lavoro flessibile

Il protocollo d’intesa segnala quattro punti chiave:

  • apprendistato professionalizzante:  fino al 31 agosto 2015 sarà possibile assumere apprendisti con durata di 7 mesi per l’acquisizione di competenze professionali per EXPO 2015;
  • lavoro a tempo parziale: 8 ore alla settimana;
  • riposo giornaliero: 11 ore di riposo complessive che potranno essere frazionate;
  • iniziative a sostegno dei lavoratori attraverso EBITER Milano.

L’intero contenuto dell’accordo è pubblicato online sul sito di Confcommercio Milano.

=> Leggi tutte le news per le PMI della Lombardia