Expo 2015: mille posti per i disabili

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Protocollo d'intesa tra Regione Lombardia e associazioni: previsti mille nuovi posti di lavoro con Expo 2015.

Mille posti di lavoro riservati ai diversamente abili. Questo l’obiettivo con il quale è stato firmato il protocollo d’intesa tra Regione Lombardia, Expo spa e le associazioni di rappresentanza e tutela dei portatori di handicap: tirocini lavoratovi e/o formativi, borse lavoro, stage lavorativi, ma anche contratti a tempo determinato che verranno attivati in occasione delle attività legate a Expo 2015.

L’evento è dunque un’opportunità per definire nuove politiche di inclusione lavorativa nel mondo dell’impresa.

Le risorse economiche che la Regione Lombardia destinerà al programma derivano in parte dall’accordo quadro siglato con il Ministero del Lavoro, che ha riservato 20 milioni di euro per progetti di inserimento lavorativo legati all’Expo 2015.

L’iniziativa si colloca nell’ambito del Piano d’azione della regione Lombardia, che prevede anche azioni di formazione e occupazione dei portatori di handicap, cercando di andare oltre il semplice rispetto della legge 68 in materia.

Un’azione che segue quella intrapresa lo scorso 18 aprile da INAIL in collaborazione con Expo spa, Cgil, Cisl e Uil di Milano e Lombardia. Un progetto in materia di prevenzione, che prevede un piano di interventi come la realizzazione di un ambulatorio (da mantenere in piedi anche dopo la manifestazione), agevolazioni assicurative e formazione per le imprese.

ARTICOLI CORRELATI: