Pmi, più budget nel marketing online

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Prospettive di crescita per i budget riservati al marketing di piccole e medie aziende; a giocare un ruolo determinante, la crescente fiducia nei social media come mezzo di comunicazione

Una recente ricerca condotta da Zoomerang in collaborazione con GrowBiz Media, ha sondato i budget riservati al marketing di oltre 750 piccole e media attività sia per quanto riguarda l’anno in corso che le proiezioni per il 2011. Nella maggior parte dei casi, la ricerca ha evidenziato una prospettiva di crescita per quanto riguarda i budget da riservare alle iniziative online; a giocare un ruolo determinante, soprattutto, v’è la crescente fiducia nei social media come mezzo di comunicazione e il ritorno economico derivante dalle campagne condotte via email.

Per il 2011, le Pmi intendono quindi incrementare le spese soprattutto per quanto riguarda il settore online. Nonostante la forma cartacea continui ad avere un ruolo determinante nelle operazioni di marketing, email, siti Web e social network sembrano essere le carte da giocare per il prossimo futuro.

I social media sono comunque una risorsa già ben conosciuta e sfruttata dalle Pmi: ben il 34% del campione ha affermato di fare già un ampio utilizzo dei media sociali a scopo di marketing. Tra le piattaforma più sfruttate, Facebook (80%), Linkedin (37%) e Twitter (27%).

«È cosa notevole vedere i nuovi modi con cui piccole e medie aziende stanno adottando le differenti tecnologie per rendere più efficace e creativo l’utilizzo dei loro budget», ha dichiarato Alex Terry, General Manager di Zoomerang. «Sempre più aziende, dalle più piccole alle medie, stanno incorporando pratiche legate ai social media all’interno delle loro strategie di sviluppo a livello business. Come risultato, questa area di marketing è destinata a vedere una notevole crescita nei prossimi anni».

I Video di PMI

Facebook locations per chi ha più sedi fisiche