Excelsior 2010: Unioncamere, le aziende assumono?

di Noemi Ricci

scritto il

Secondo i dati Excelsior 2010, le aziende italiane sarebbero intenzionate ad assumere 20mila unità entro l'anno, soprattutto giovani e neo-laureati. Tuttavia resta negativo il saldo occupazionale

Le voci sul mercato del lavoro sono spesso discordanti, alternandosi tra ipotesi di blocco totale delle assunzioni e forti speranze per chi cerca un nuovo lavoro. Questa volta una buona notizia arriva da Unioncamere e in particolare dall’analisi dei dati realizzata attraverso il sistema informativo Excelsior.

La presentazione dell’indagine, questa mattina presso la sede Unioncamere, alla presenza del Ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi.

Il sistema informativo congiunto – Unioncamere e Ministero del Lavoro – elabora annualmente uno studio previsionale sul mercato del lavoro dipendente italiano, coinvolgendo oltre 100mila imprese operanti in tutti i settori economici e di tutte le dimensioni.

In base ai dati Excelsior 2010, almeno fino a fine anno le aziende italiane sembrano pronte ad assumere nuova forza lavoro, soprattutto tra i giovani ai quali sono riservati il 54,7% delle possibilità di inserimento. Non a caso, i contratti a tempo determinato crescono del 10% (42,3% del totale), puntando su personale tecnico e specializzato.

In tutto saranno circa 20mila le assunzioni in più previste, ma il saldo occupazionale complessivo resta però negativo (-178mila addetti) a -1,5%.

Una situazione in chiaro scuro quella evidenziata, più positiva per la fascia di età molto giovane o per le persone appena uscite da un percorso scolastico e universitario, che potrà essere verificata solamente alla chiusura dell’annualità.

I Video di PMI

Regione Abruzzo: contributi per tirocini e assunzioni