Nuovo bando Industria 2015: Tecnologie per il Made in Italy

di Noemi Ricci

scritto il

Aprovato in questi giorni dal Ministro Scajola un nuovo bando per le “Nuove tecnologie per il Made in Italy" che aumenta l'accesso alle Pmi e i contributi per i progetti di collaborazione tra grandi e piccole aziende

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato un nuovo bando legato al progetto di innovazione industriale “Nuove tecnologie per il Made in Italy” nell’ambito del Piano Industria 2015, con l’obiettivo di raggiungere il maggior numero di imprese – anche di piccole dimensioni – ed aumentare i contributi per i progetti di collaborazione tra grandi e piccole aziende.

Nello specifico, per le Pmi – a fronte di quanto emerso nell’ambito dell’Osservatorio del Made in Italy, presso la Direzione Generale per le Politiche Industriali del Ministero – vengono ridotti gli importi minimi dei progetti, passando da una soglia compresa tra i 3 e i 7 milioni di euro ad una che va dai 2,5 ai 6 milioni di euro.

Il bando “Made in Italy” che prosegue il percorso degli impegni presi col sistema produttivo presi da parte del Ministero dello Sviluppo Economico dopo quelli relativi a “Efficienza
energetica
” e “Mobilità sostenibile“, per i quali c’è ancora tempo fino al 15 settembre per presentare le domande.

Con i tre bandi, nel complesso le imprese avranno a disposizione 570 milioni di euro di fondi per la realizzazione di programmi di sviluppo di prodotti e/o servizi altamente innovativi, volti a dare impulso positivo all’intero sistema economico.

Tra le novità anche le procedure semplificate di partecipazione ai bandi sono disponibili sul sito ad essi dedicato, insieme ad un’utilissima “Guida alla compilazione della domanda di agevolazioni”.