Assumere con i social network

di Paolo Iasevoli

scritto il

Con Kickstart, Yahoo segue l'esempio di LinkedIn e va oltre, proponendo una piattaforma sociale sulla quale le imprese possono dialogare con chi cerca lavoro

Come rendere più efficiente ed efficace la ricerca del personale? La risposta di Yahoo si inscrive in pieno nella filosofia del Web 2.0, con un social network “professionale” pensato proprio per questo particolare scopo.

Il nuovo progetto ha già un nome, Kickstart, e ancor prima del suo debutto ufficiale sta già facendo parlare di sé. A una prima occhiata, Kickstart sembra un social site come gli altri: ogni utente ha la sua pagina, a partire dalla quale può contattare gli altri appartenenti alla community. Nulla che non si sia già visto su Myspace, Facebook & Co.

La novità risiede però nell’utilizzo peculiare che Yahoo ha previsto per la piattaforma sociale. Ci saranno infatti 2 tipologie di utenti: da un lato gli studenti dei college in cerca di lavoro, dall’altro lato le aziende. Ogni impresa ha la sua pagina in cui sono presenti tutte le informazioni più importanti, come il settore in cui opera, la sede e i contatti. Inoltre, nella stessa pagina sono inseriti i profili dei dipendenti dell’azienda, che possono essere contattati come su un qualsiasi social network.

Tutti gli utenti possono infatti scambiare messaggi, partecipare a gruppi di discussione e rendere pubblico il proprio curriculum, in maniera analoga a quanto già mostrato da LinkedIn. La differenza con quello che può essere considerato il pioniere dei social network professionali, è proprio nella possibilità di dialogare direttamente con le imprese.

Mentre LinkedIn permette all’utente di inserirsi in una rete di relazioni sociali che dovrebbero aiutarlo a cercare lavoro tramite il passaparola e le raccomandazioni, Kickstart va subito al sodo, mettendo in contatto coloro che vorrebbero lavorare per una determinata impresa con le persone che già vi lavorano.

Si tratta dunque di uno strumento potenzialmente molto utile alle imprese che, se sapranno gestirlo bene, si troveranno tra le mani un modo del tutto nuovo di ricerca e selezione del personale, demandato ai propri dipendenti e praticamente a costo zero.