Calcolo Pensione: INPS ed ENPAM a confronto

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Mario chiede:

Riguardo al calcolo della pensione che mi spetta in quanto medico specialista, quali sono le principali differenze tra il mio ente previdenziale ENPAM e l’INPS?

AI fini pensionistici, nei sistemi di determinazione applicati dalle gestioni INPS e da quella ENPAM ci sono notevoli differenze, che riguardano non soltanto i requisiti necessari per andare in pensione, ma anche i versamenti e il metodo di calcolo dell’assegno.

Molto in sintesi, ecco le tre diverse formule applicabili:

  • il retributivo INPS prevede un calcolo che si basa sulla retribuzione media degli ultimi anni,
  • il contributivo  INPS si basa sui versamenti effettuati,
  • il contributivo indiretto ENPAM si basa invece sui versamenti ma prevede poi una rivalutazione dei compensi in base ai contributi versati.

L’ENPAM adotta un metodo di calcolo specifico (contributivo indiretto a valorizzazione immediata), che si differenzia non solo dal sistema retributivo, che l’INPS riconosce a chi ha almeno 18 anni di contribuiti versati entro il 31 dicembre 1995 (fino all’intero 2011, i versamenti successivi si valorizzano sempre con il contributivo), ma anche da quello contributivo classico.

=> ENPAM: domanda online per le pensioni

Se vuole effettuare delle simulazioni per capire quale sia l’opzione più conveniente in base ai suoi versamenti, può utilizzare diversi strumenti online: sia l’INPS sia L’ENPAM hanno simulatori che calcolano la pensione, e una parte riservata del sito in cui forniscono tutte le informazioni sulla pensione che si sta maturando (la cosiddetta busta arancione).

 

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Barbara Weisz