Caregiver: il programma Home Care Premium INPS

di Redazione PMI.it

scritto il

Programma Home Care Premium INPS (HCP), rimborso caregiver alle famiglie con disabili: graduatore, funzionamento e accesso a contributi e prestazioni.

Il programma HCP – Assistenza domiciliare per persone non autosufficienti (Home Care Premium) di assistenza domiciliare integrativa, promosso dall’INPS, offre ogni anno a dipendenti e pensionati pubblici e ai loro familiari, un contributo economico fino a 1.000 euro mensili a sostegno delle spese sostenute per i caregiver che svolgono a domicilio assistenza ai disabili non autosufficienti, attribuito sulla base dei parametri di reddito e di gravità della disabilità.

Beneficiari HCP

Si tratta di un’iniziativa che vede coinvolti migliaia di soggetti e che ammette tra i beneficiari anche i parenti affini di primo grado non conviventi e i soggetti legati da unione civile e conviventi. In particolare:

  • dipendenti nella Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • pensionati – diretti e indiretti – della Gestione Dipendenti Pubblici (GDP) e loro coniugi se non separati;
  • soggetti legati da unione civile e i conviventi (ex legge 76/2016);
  • fratelli, sorelle e affini di primo grado, esclusivamente qualora affidati alla tutela o curatela del titolare;
  • parenti di primo grado anche non conviventi;
  • minori orfani di dipendenti già iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e di utenti pensionati della Gestione Dipendenti Pubblici.

Sono equiparati ai figli, i minori affidati al titolare (affidamento familiare, giudiziale o preadottivo). I beneficiari devono essere maggiorenni o minorenni, disabili.

Prestazioni

I beneficiari hanno diritto:

  • a un contributo economico come rimborso spese del caregiver, assunto con contratto di lavoro domestico;
  • servizi di assistenza alla persona erogati da enti convenzionati (se nella zona di residenza non ve ne sono, si ha diritto a un incremento del 10% sull’importo della prestazione, entro i limiti del bando).

A contribuire al finanziamento del programma sono gli stessi dipendenti e pensionati della Pubblica Amministrazione che contribuiscono con una quota fissa trattenuta dalle retribuzione dei lavoratori in servizio ed una quota volontaria trattenuta sul cedolino dei pensionati, oltre che dagli interessi su prestiti e mutui concessi agli iscritti.

Domanda

Per inviare la domanda è necessario aver presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) riferita al nucleo familiare del beneficiario o dell’ISEE minorenni con genitori non coniugati e non conviventi. Il valore dell’ ISEE contribuisce a determinare il posizionamento in graduatoria e l’ammontare del contributo. La domanda può essere presentata attraverso i seguenti canali:

  • servizio online (“Domande welfare in un click”), tramite proprie credenziali;
  • Contact center, dal numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 (da rete mobile), con proprie credenziali;
  • patronati, inserendo il protocollo della DSU e gli estremi del verbale di invalidità.

Graduatorie

Le graduatorie al 3 marzo 2021 dei vincitori e degli idonei dei bandi di concorso Long Term Care – LTC 2019, (contributi per ricoveri presso RSA) e Home Care Premium – HCP 2019 (assistenza domiciliare dipendenti e pensionati pubblici, coniugi, parenti e affini non autosufficienti) sono state pubblicate sul sito INPS.

I Video di PMI