Tratto dallo speciale:

Quattordicesima pensione: requisiti e limiti

di Barbara Weisz

scritto il

Quattordicesima pensionati in attesa di circolare INPS 2019: tetti di reddito e requisiti per il pagamento con il rateo di luglio della pensione.

Con il cedolino pensione di luglio ai pensionati INPS di almeno 64 anni arriverà la quattordicesima, calibrata a seconda dei diversi tetti di reddito e degli anni di contribuzione (manca ancora la circolare INPS 2019).

La mensilità aggiuntiva non va richiesta tramite domanda perché viene versata in automatico agli aventi diritto, sulla base dei redditi degli anni precedenti (con verifica successiva una volta disponibili i redditi consuntivi) e dei requisiti anagrafici.

I criteri per il diritto alla quattordicesima pensionati sono contenuti nel Dl 207/2008, articolo 35, comma 9, in relazione a coloro che percepiscono il trattamento per la prima volta e nel comma 8 per coloro che invece hanno già percepito la 14esima anni scorsi.

=> Guida alla quattordicesima pensione

Platea

Hanno diritto alla quattordicesima i pensionati ex lavoratori dipendenti e gli autonomi appartenenti ad una delle gestioni dell’AGO o sostitutive, esclusive ed esonerative (pensione di anzianità, vecchiaia, invalidità, anticipata, reversibilità).

Chi perfeziona i requisiti entro il 31 luglio ottiene la quattordicesima con il cedolino pensione di luglio. Chi li perfeziona da agosto la otterrà a dicembre.

=> Requisiti quattordicesima pensione: i redditi esclusi

Reddito

In caso di prima concessione si calcolano tutti i redditi, se invece si tratta di ratei successivi al primo bisogna valutare anche quelli da prestazioni con obbligo di comunicazione al casellario centrale dei pensionati e i redditi diversi. In entrambi i casi, il reddito massimo del richiedente deve ricadere entro determinati tetti.

In attesa della circolare attuativa INPS 2019, possiamo anticipare che con reddito fino a 2 volte il minimo (che è 513,01 euro). In pratica, ha diritto alla quattordicesima il pensionato che percepisce fino a circa mille euro al mese (su base annua sono circa 13mila euro).

L’importo maggiore, però, spetta a chi ha pensioni fino a 770 euro la mese (prenderà da da 437 euro in più a 655 in più). Ecco in tabella tetti e somme aggiuntive che spettano a titolo di 14esima mensilità per la fascia massima di diritto (da confermarsi in base alla nuova circolare INPS):

Anni di contribuzione Reddito
fino a 10.003,69 euro
Reddito
fino a 13.192,92 euro
Dipendenti fino a 15 anni
Autonomi fino a 18 anni
437 euro 336 euro
Dipendenti fra 15 e 25 anni
Autonomi fra 18 e 28 anni
546 euro 420 euro
Dipendenti oltre i 25 anni
Autonomi oltre i 28 anni
655 euro 504 euro

Il tetto massimo reddituale, oltre il quale il beneficio non spetta, viene dunque incrementato dell’importo del beneficio, diverso per ciascuna fascia contributiva.

I Video di PMI

Quota 100: regole, pro e contro