Lavoro intermittente: come comunicare la chiamata alla Direzione Territoriale del Lavoro

di Redazione PMI.it

scritto il

Da agosto 2012 sono cambiate le modalità  di comunicazione alla Direzione Territoriale del Lavoro per le prestazioni del lavoratore intermittente (o lavoratore a chiamata). Fermo restando il periodo transitorio fino al 15 settembre, ora si può ricorrere anche semplicemente ad un SMS. Da ottobre, invece, sarà  disponibile un software del Ministero del Lavoro per compiere l’operazione direttamente online.

Ecco i nuovi canali con le date di disponibilità  del canale di comunicazione:

  • Fax dal 13 agosto 2012
  • SMS o email dal 17 agosto 2012
  • Online dal 1° ottobre 2012

Comunicazione tramite fax
Come noto chi intende avvalersi di prestazioni di lavoro intermittente deve comunicare alla Direzione del Lavoro la chiamata effettuata al lavoratore. Il fax, da inviare al numero 848.800.131, potrà  essere utilizzato solo scaricando il modello dal sito Web del Ministero del Lavoro. In esso dovranno essere indicati il codice fiscale del datore di lavoro e del lavoratore, la data di inizio e quella di fine della prestazione.
Nel modello occorre, inoltre, indicare il codice identificativo della Comunicazione di avvio del rapporto di lavoro.
Il datore di lavoro dovrà  utilizzare un modello per ciascun rapporto di lavoro.

Comunicazione tramite SMS
Una novità  molto importante è quella della modalità  di comunicazione tramite Sms. In pratica la chiamata al lavoro potrà  essere comunicata inviando un Sms al numero 339.994.22.56. In tal caso si dovrà  indicare l’indirizzo e-mail del datore di lavoro, il codice identificativo della Comunicazione di avvio del rapporto di lavoro e la data di inizio e di fine delle prestazioni.
Se, invece, il rapporto di lavoro è cominciato prima del 1° marzo, al posto del codice identificativo devono essere indicati i codici fiscali di datore di lavoro e del lavoratore.
Le informazioni devono essere digitate senza spazi né ulteriori caratteri. I campi devono essere separati con la virgola eccetto per i codici fiscali la cui separazione deve avvenire tramite il punto. Se, invece, vanno comunicate giornate singole, queste devono essere separate da un asterisco.

Comunicazione tramite email
Utilizzabile anche l’email. L’indirizzo a cui spedire il messaggio è intermittenti@lavoro.gov.it. L’email dovrà  contenere un allegato con il modello ufficiale scaricabile dal sito Web del Ministero del Lavoro. Il sistema, una volta ricevuta l’email, restituirà  una ricevuta.

Comunicazione tramite software
Dal 1° ottobre, per la comunicazione della chiamata, sarà  operativo un software disponibile all’indirizzo www.cliclavoro.gov.it.